The Sun, marcia indietro sul PayWall

The New Blog Times
La Redazione
Di
Pubblicato il: 22/06/2015
Commenti Commenta | Permalink

Viva i social, dice il tabloid britannico: se i visitatori vengono da lì, lasciamoli accedere. Magari non proprio a tutto, ma senz’altro più di prima.

Roma – Il tabloid britannico The Sun, attualmente “protetto” da Paywall, ha deciso di allargare le maglie per rendere qualche contenuto in più facilmente condivisibile sui social network.

Il Paywall, ossia il sistema di interdizione dell’accesso ai non abbonati, è in funzione sul tabloid britannico dal 2013. Ma con il sempre maggiore avvento dell’informazione mediata da social network, ha deciso di lasciare “libera” una selezione di contenuti che gli internauti potranno così condividere sui social network.

The Sun curerà contenuti specifici da destinare alle sezioni “aperte”, ma anche alcuni dei contenuti normalmente riservati agli abbonati diverranno disponibili, spiega The Next Web, chiarendo che anche altre fonti, come il New York Times, hanno deciso di consentire l’accesso ad alcuni contenuti a pagamento laddove il visitatore vi giunga da un social network.


La Redazione (3322 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Abbiamo parlato di:
, , ,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.