Facebok apre le videochiamate: concorrenza sfrenata

Messenger Video Call.
Messenger Video Call.
La Redazione
Di
Pubblicato il: 29/04/2015
Commenti Commenta | Permalink

Con rapida mossa, Facebook «incorpora» un’altra funzione nell’ormai multi-purpose Messenger: la videochiamata via VoIP. Altro che 50 centesimi/minuto e oltre.

Roma – Ne danno l’annuncio Stan Chudnovsky, Head of Product per Messenger, e Param Reddy, Engineering Manager di Facebook: Messenger, l’App di messaggistica del social network, da questo momento mette a disposizione anche il servizio di videochiamata.

«Potete velocemente avviare una videochiamata a partire da qualsiasi conversazione in corso, con un semplice tocco», esordiscono i due funzionari. «Se state messaggiando con qualcuno e capite che le parole non bastano, semplicemente usate l’icona vide nell’angolo in alto a destra dello schermo e avviate una videochiamata direttamente dall’interno della conversazione in corso su Messenger».

Così, 600 milioni di utenti di Messenger – questa la cifra indicata – potranno impiegare questo nuovo servizio sfruttando la connettività Internet e senza intaccare, dunque, il “monte minuti” a disposizione né corrispondere le oltraggiose tariffe chieste dagli operatori cellulari, che per una videochiamata ancora osano chiedere oltre 50 centesimi al minuto, a volte anche di più.

Al momento la novità è riservata a chi impiega smartphone Android o iOS e si trova in Belgio, Canada, Croazia, Danimarca, Francia, Grecia, Irlanda, Laos, Lituania, Messico, Nigeria, Norvegia, Oman, Polonia, Portogallo, Gran Bretagna, Stati Uniti e Uruguay: per gli altri c’è da attendere.

La notizia è rimbalzata subito sia sui social che sul Web, condita con elucubrazioni e ipotesi di ogni genere: la stessa Agenzia Ansa ritiene che si tratti di una sfida a Skype. TechCrunch, invece, ne fa una questione di “galateo”: «non è più elegante chiamare qualcuno al di fuori del blu», esordisce, con un’articolata metafora che prepara la strada a un paragone con Facetime di Apple e all’avvertimento di un ulteriore sistema di erosione di “giga” (non preoccupatevi: non consuma così tanti dati, certamente meno delle due ore di YouTube che impiegate così spesso, ndR. Certo, col Wi-Fi è meglio e si sta più tranquilli).

Anche questa novità, è evidente, va a porsi in concorrenza con altri servizi analoghi: senz’altro Skype, ma anche Facetime, ma anche Viber, e anche BBM. Tutto rientra, se ben ci si pensa, nella recente strategia generale di Facebook: trascinare al proprio interno tutto ciò che, normalmente, è all’esterno.

Non è dato sapere, tra l’altro, se la novità risulterà interoperabile con la versione Web di Messenger, recentemente lanciata: in quel caso il fastidio per Skype, Facetime e Viber (tutti dotati di applicazioni per computer desktop, lo ricordiamo) sarebbe davvero notevole.


La Redazione (3322 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Abbiamo parlato di:
, , ,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.