Ello, il famoso «Anti-Facebook», sbarca su iOS

The New Blog Times
La Redazione
Di
Pubblicato il: 19/06/2015
Commenti Commenta | Permalink

Il social network «alternativo» a Facebook ci prova e sbarca sul mobile. Iniziando con un’App per il mondo Apple, le altre a seguire. Resta qualche perplessità.

Roma – Vi ricordate di Ello, il social network senza pubblicità che nove mesi fa si è posto l’obiettivo di prendere il sopravvento su Facebook? Ha appena lanciato la sua prima App mobile, iniziando con quella per iOS e promettendo quelle per Android e Windows 10 “entro l’estate”.

Una delle leve impiegate da Ello al momento del lancio è stata quella di rappresentare un’alternativa più “anonima” rispetto a Facebook, che in quel momento era impegnato a “pretendere” dall’utenza l’impiego di nomi reali, piuttosto che di fantasia.

Dopo essersi assicurato un finanziamento di 5 milioni e mezzo di dollari e aver spergiurato di non adottare pubblicità né di rivendersi dati dell’utenza, ha pensato di mettersi a vendere caratteristiche, servizi e funzioni personalizzate.

L’App appena pubblicata richiede iOS 8 o più recenti e promette un’interfaccia “bellissima ed elegante” con il supporto di SoundCloud, Uscreen, Bandcamp su Vimeo, YouTube e immagini GIF.

«Ello non censura post, commenti o messaggi e l’utente mantiente tutti i diritti su tutte le foto, immagini e creatività pubblicate”, dice la descrizione. Nonostante l’evidente “rivalità” con Facebook (viene ben chiarito che “non ci sono algoritmi intesi per manipolare l’ordine di cosa si vede”), gli utenti possono condividere post con altri social network, compresi Twitter, Tumblr, Pinterest, Instagram, Google+, LinkedIn, Reddit e lo stesso Facebook.

Qualcosa di nuovo c’è anche nell’interfaccia Web: ricerca integrale, notifiche in tempo reale, messaggi privati, gruppi privati e “Loves” (amori), che aggrega i post contraddistinti da tale attributo in un flusso separato, al fine di salvarli e raccoglierli (simile al “Salva” di Facebook).

Va detto che l’improvvisa attenzione con cui si è confrontato ha esposto Ello a qualche attenzione da parte di criminali informatici, con quello che pare sia stato un attacco DDoS a fine settembre scorso: il risultato però è stato “solo” di quarantacinque minuti di blocco per gli utenti che non ha sollevato alcun particolare problema.

I record DNS di ello.co: ancora c'è Google a gestire l'email.

I record DNS di ello.co: ancora c’è Google a gestire l’email. (Click per ingrandire).

Ancor oggi è difficile dire quale destino sia riservato ad Ello. In fase di lancio il responsabile di questo sito aveva individuato qualche piccola contraddizione, rispetto ai proclami in tema di privacy. Oggi, stando a un sommario controllo, non sembra che sotto quel profilo la situazione sia migliorata.

Non resta che sedersi in poltrona e osservare.


La Redazione (3322 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Abbiamo parlato di:
, ,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.