Facebook Messenger, anche senza essere su Facebook

I numeri delle App di Facebook in termini di utenza.
I numeri delle App di Facebook in termini di utenza.
La Redazione
Di
Pubblicato il: 25/06/2015
Commenti Commenta | Permalink

Facebook ricorda – perché in effetti l’aveva già detto – che Messenger può essere impiegato anche senza essere utenti del social network. Tante volte fosse sfuggito.

Roma – Non c’è alcun bisogno di essere utenti Facebook per impiegare Facebook Messenger: per usarlo basta comunicare il proprio numero di cellulare, il proprio nome e una propria foto.

All’avvio dell’App, basta toccare “Non sei su Facebook?” e il gioco è fatto. In verità la notizia non è nuova: Facebook lo aveva già detto nel 2012, con analogo comunicato ufficiale, ma forse ha pensato che la gente avesse la memoria corta, dunque ha pensato di rinfrescarla ricordando che quella possibilità esiste.

Tra l’altro, è possibile impiegare Messenger in questo modo “alternativo” anche se si è utenti Facebook ma, come fa notare Android Police, semplicemente si vuole non associare la propria utenza social con i messaggini.

Un modo, dunque, per rendere l’App appealing, cioè accattivante, esattamente come lo è stata e lo è WhatsApp (che è sempre di Mark Zuckerberg, lo ricordiamo).

La novità – sia pure tale solo perché ricordata – non fa che confermare il dominio assoluto di Facebook in tema di messaggistica e scambi di comunicazioni interpersonali. La foto in testa, tratta da The Business Times, ricorda numeri piuttosto importanti.

Facebook Gruppi, con 700 milioni di utenti; WhatsApp, altri 700 milioni; Facebook, altri 1,5 miliardi; Messenger altri 600 milioni e, infine, Instagram con 300 milioni e un recente refresh per aumentarne l’attrattiva. Totale: tre miliardi e ottocento milioni di utenze sotto il controllo e la sorveglianza del colosso di Menlo Park. Praticamente l’intera popolazione mondiale tecnologicamente attiva.

Ha dunque ragione Business Insider quando spiega che il messaging1 rappresenterà la maggiore ondata di “innovazione” e la fonte di maggior profitto nel futuro prossimo di Facebook.

Tutto sta a mettersi d’accordo su cosa si intende, esattamente, per “innovazione”. Specie se ci si ricorda, alla rivelazione del proprio numero di cellulare (necessaria per questa “modalità d’uso” di Messenger) quante nuove informazioni e intrecci di relazioni tra persone è possibile costruire, verificare, confermare, perfezionare da parte di Facebook.

Ma nessuno, a quanto pare, sembra preoccuparsene. Garanti privacy compresi.

  1. Attività che si svolge anche all’interno di Facebook: commentare e rispondere ai commenti, sotto il profilo analitico, è messaging a tutti gli effetti.  [Torna al testo]

La Redazione (3321 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Abbiamo parlato di:
, ,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.