Facebook Reactions: si comincia con Irlanda e Spagna

Reactions: con questa novità si va ben al di là del semplice «mi piace».
Reactions: con questa novità si va ben al di là del semplice «mi piace».
La Redazione
Di
Pubblicato il: 12/10/2015
Commenti Commenta | Permalink

Il social network inizierà a consentire l’impiego della nuova funzionalità Reactions gradualmente. Nel frattempo è bene tenersi pronti: le pagine Facebook potranno trarne vantaggi.

Roma – Come noto, Facebook ha intenzione di implementare un meccanismo, chiamato Reactions, che in certo qual modo “estende” le funzionalità del “mi piace” aggiungendovi una serie di altri mood applicabili al post in cui si trova. E ovviamente il suo impiego avrà un impatto sul “ranking” del post, ergo dell’utente estensore, ergo della pagina Facebook.

«Iniziamo oggi a testarlo», ha scritto la scorsa settimana Chris Tosswill, Product Manager del social network, sulla Newsroom virtuale, precisando che all’inizio saranno interessate solo Irlanda e Spagna. «Siamo entusiasti di avviare questa prova, ma cercate di capire che si tratta di un grande cambiamento, che vogliamo essere sicuri vada a buon fine».

L’obiettivo dichiarato è sempre lo stesso: comprendere quali notizie, quali post, quali contenuti sono ritenuti più importanti da chi li legge.

Pertanto, «esattamente come già facciamo quando qualcuno applica un “mi piace” a un post, se qualcuno userà Reaction procederemo ad inferire deducendo che quel post riveste più interesse e che l’utente desidera vedere più post di quel tipo. Investiremo del tempo da questa iniziale attivazione in poi, reiterando le inferenze basate sulle prime conclusioni nel futuro».

L’aspetto interessante è che, nelle fasi iniziali di questa prova, i titolari delle pagine potranno vedere, post per post, quali “Reactions” sono state applicate a ciascuno di essi. Secondo il team di Facebook, questa è un’opportunità per comprendere meglio e più a fondo quali tipi di post ottengono maggiore successo e il team si aspetta dei feedback per affinare ulteriormente il funzionamento del meccanismo.

Sarà dunque bene che anche i Social Media Manager italiani si attivino, prestando la massima attenzione, non appena il sistema diverrà disponibile nel belpaese. Non è da escludersi che nelle fasi successive i gestori delle pagine non restino necessariamente in grado di vedere le Reactions applicate ai post.

Il suggerimento, come sempre, è quello di attenersi alle “best practices” pubblicate sull’apposita pagina.

(Download articolo in formato PDF)


La Redazione (3322 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Abbiamo parlato di:
, , ,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.