Google Music, prove generali. Interne

The New Blog Times
La Redazione
Di
Pubblicato il: 28/03/2011
Commenti Commenta | Permalink

Sembra che Google stia facendo provare Google Music internamente, solo ai suoi impiegati. Nulla di ufficiale, ma i negoziati con le case discografiche parrebbero più duri del previsto. Quando? Azzardando: al Google I/O

Roma – Solo per uso interno, please: gli impiegati di Google starebbero iniziando, riservatamente, a provare Google Music. Il che fa pensare che secondo quanto alcune fonti dell’industria musicale riferiscono a Cnet, il lancio del servizio al grande pubblico potrebbe non essere lontano.

Google Music, un servizio in streaming a cui l’utenza potrebbe accedere mediante qualunque device connesso a Internet, parrebbe dunque quasi pronto a partire, se non fosse per… scarsezza di contenuti, per ora.

I dirigenti di Google, lo scorso anno, avevano riferito alle maggiori record company che speravano di essere pronti per fine 2010. Successivamente, Google ha dato qualche dimostrazione del servizio in occasione della conferenza SXSW (South By SoutWest).

Ancora nulla di fatto e nulla è stato annunciato ufficialmente, ma sembrerebbe che il dialogo tra BigG e le maggiori label sia ancora in corso. Tutto il ritardo parrebbe risiedere nel trovare una soluzione negoziale idonea per quanto concerne i diritti: a spaventare i big del disco sarebbe l’utilizzo della filosofia cloud di Google, piuttosto che l’autorizzazione alla distribuzione musicale in sé.

Dato che Google avrebbe bisogno di memorizzare i contenuti sui propri server, sembra che le etichette vogliano delle garanzie in certo qual modo “non previste” e la medesima problematica, a quanto si legge, la starebbe affrontando Apple.

Le case infatti non hanno mai “concesso in licenza” ad altri il permesso di proteggere i loro prodotti, né potrebbero, in questo caso, riprendere il vecchio schema di distribuzione e farlo funzionare anche con Google. Pare vogliano, invece, che Google si adegui in qualche modo al “baraccone” e se finora hanno lasciato qualche libertà in più a iTunes è solo perché a tutti gli effetti “domina” il mercato.

Nulla è noto su alcuna data di annuncio ufficiale, neppure presunta. Gli eventi più vicini nei quali “potrebbe” sono giusto il Google I/O 2011, che avverrà il 10 e 11 maggio prossimi. Ma si può far solo una cosa: attendere.

COMMENTI (FACEBOOK)

La Redazione (3322 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Abbiamo parlato di:
, , ,

Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.

*