Pubblicità e stampa, l’unione fa la forza: nasce Pangaea

Pangaea alliance.
Pangaea alliance.
La Redazione
Di
Pubblicato il: 19/03/2015
Commenti Commenta | Permalink

Ad aprile partirà in «Beta», entro l’anno definitivamente: una nuova alleanza pubblicitaria con i più grossi e famosi media outlet. Per contrastare i big.

Contrastare il dominio dei big nel campo della pubblicità: questa l’idea dietro alla nascita di Pangaea, un consesso di forze dietro a cui ci sono nomi come The Guardian, Financial Times, CNN e Reuters, con lo scopo di costituire un polo pubblicitario esclusivo, con un’audience altrettanto esclusiva, tagliando fuori giganti come Google e Facebook.

L’iniziativa, racconta il quotidiano britannico, darà accesso a oltre 110 milioni di lettori online attraverso un sistema informatico di gestione pubblicitaria. «L’unicità di Pangea risiede proprio nella qualità dei partner», dichiara Tim Gentry, direttore global revenue di Guardian News & Media, editore del quotidiano. «Sappiamo che la fiducia è il maggiore incentivo alla brand advocay (sostegno di un brand o un’idea con l’appoggio e la fiducia avuta da terzi, ndR), dunque ci siamo uniti per scalare i benefici dell’advertising in ambienti mediatici di fiducia».

Il mercato globale dell’advertising – prosegue il quotidiano – secondo le stime di Group M, oggi vale circa 60 miliardi di dollari ed è sempre più dominato dai grandi gruppi proprietari dei media, capaci di offrire enorme scalabilità agli inserzionisti. Secondo eMarketer nella sola Gran Bretagna Google e Facebook si acaparreranno circa la metà del mercato pubblicitario digitale, ben oltre un miliardo di sterline.

Al contempo – ricorda ancora il Guardian – i quotidiani più tradizionalisti come il Mail Online, che è il più grosso quotidiano online in lingua inglese del mondo, continua a concentrarsi sulla crescita della propria audience. I partner che hanno dato vita all’iniziativa concordano nel sostenere come essa sia capace di offrire un’audience globale influente e affidabile per gli inserzionisti.

«Ciò che i nostri inserzionisti acquistano è la qualità dell’audience del Financial Times», ha dichiarato Dominic Good, direttore vendite pubblicitarie del quotidiano finanziario. «Pangea è un’iniziativa entusiasmante che rafforza le migliori proposte degli editori garantendo un ambiente pubblicitario affidabile, una scalabilità significativa e capacità di targeting evolute».

Pangaea – conclude il Guardian – opererà in “Beta” da aprile e dovrebbe partire definitivamente entro l’anno.


La Redazione (3322 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Abbiamo parlato di:
, , , ,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.