Lo SmartParcheggio? Possibile. Anche nei parcheggi coperti

Funzionamento del Parking Panda.
Funzionamento del Parking Panda.
La Redazione
Di
Pubblicato il: 20/04/2015
Commenti Commenta | Permalink

Se per prenotare un parcheggio coperto, aprire, entrare, parcheggiare, uscire e pagare bastasse lo smartphone, con un codice QR apposito? Si può fare, esiste e funziona.

Roma – In Italia nel campo dello smart-parcheggio, ossia pagare la sosta dell’auto senza ricorrere agli inossidabili “grattini” come accade ancora a Milano in tempi di Expo, qualcosa si muove. Ma ci sarebbe un’ulteriore possibilità che renderebbe persino i parcheggi coperti di una comodità senza pari: si chiama The Parking Panda e negli Stati Uniti sta facendo esclamare “wow” a più di qualcuno.

L’esperienza d’uso è di una semplicità disarmante (vedi filmato in fondo o su YouTube). Una volta installata l’App dedicata – al momento per iOS e Android – e inseriti i propri dati personali e di pagamento, è possibile 1) prenotare il parcheggio; 2) aprire la sbarra per entrare con un codice QR presente sullo smartphone; 3) con lo stesso codice, aprirla per uscire e 4) automaticamente, pagare. Alla semplicità d’uso si aggiunge, dunque, anche quella di avere la certezza di arrivare al parcheggio coperto e trovare la piazzola libera, riservata alla propria vettura.

Alle spalle di questo sistema vi è un’architettura cloud chiamata PandaScan, che si occupa di tutto: sia di gestire le richieste effettuate da device mobile, sia i varchi di accesso e di uscita dai parcheggi, sia le transazioni economiche.

«Con il lancio di PandaScan siamo ora in grado di offrire una soluzione idonea al cento per cento per funzionare con le strutture partner, a prescindere dal costruttore hardware o dall’esistenza di altri dispositivi di rilevamento sul posto», spiega in una nota stampa1 Nick Miller, amministratore delegato di Parking Panda. «PandaScan porta quel “fattore wow” che fa parlare di sé ai clienti riguardo l’esperienza d’uso e ne richiama ulteriore impiego (portando così maggiori profitti per le reiterate richieste) presso le location di parcheggio partner».

L’uso dell’App per smartphone è la cosa più pratica, ma volendo se ne può fare a meno: PandaScan consente anche di prenotare il parcheggio collegandosi con il sito, www.parkingpanda.com e stampare un codice QR da portarsi al seguito, che svolgerà esattamente lo stesso compito.

Per certe strutture come ad esempio i parcheggi coperti degli aeroporti o quelli di nuova costruzione nelle città potrebbe essere una soluzione eccellente.

Chi fosse interessato può contattare Patrick Szwec, Business Development Manager di PandaScan, all’indirizzo email Patrick@ParkingPanda.com oppure al numero +1 443 417 4219.

  1. Accessibile solo per giornalisti registrati.  [Torna al testo]

La Redazione (3322 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Abbiamo parlato di:
,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.