Apple, Steve Jobs lascia la carica di CEO

La Redazione
Di
Pubblicato il: 25/08/2011
Commenti 1 commento | Permalink

Con effetto immediato, sono scattate questa notte le “dimissioni” di Steve Jobs: non è più Amministratore Delegato di Apple. Lascia il posto, l’azienda, il futuro e la carica a Tim Cook, ex COO, già nominato CEO

Media

La nota stampa ufficiale del cambio al vertice di Apple, datata 24 agosto 2011 (click per ingrandire)
La nota stampa ufficiale del cambio al vertice di Apple, datata 24 agosto 2011 (click per ingrandire)
(Cliccare l'immagine per ingrandire)
Steve Jobs, ripreso da VentureBeat: alquanto provato in volto (click per ingrandire)
Steve Jobs, ripreso da VentureBeat: alquanto provato in volto (click per ingrandire)
(Cliccare l'immagine per ingrandire)

Articoli correlati:

Roma – Un fulmine a ciel sereno: Steve Jobs non è più CEO di Apple. L’azienda della Mela, dunque – come lo hanno definito i telegiornali nazionali – “ha perso il suo profeta“. La nota stampa, datata 24 agosto 2011 (a sinistra), ha effetto immediato.

A succedergli è Tim Cook, ex COO e da 13 anni in azienda: secondo quanto si apprende dalla nota stampa “il consiglio di amministrazione ha totale fiducia nel fatto che Tim sia la persona giusta per essere il nostro prossimo AD”, ha scritto Art Levinson, presidente di Genetech e membro del consiglio. “I tredici anni di servizio di Tim in Apple si sono distinti per brillanti performance ed egli ha evidenziato un notevole talento e un costante giudizio in qualunque cosa abbia fatto”.

Steve Jobs tuttavia resta agganciato alla Mela: è stato al contempo eletto presidente del consiglio di amministrazione dell’azienda, nel quale ora entra anche lo stesso Tim Cook.

La fotografia che pubblica VentureBeat, del resto (in colonna a sinistra) riproduce il volto di Jobs alquanto provato: egli ha pur sempre un tumore al pancreas con cui ha dovuto combattere e il suo stato di salute è stato tale da non permettergli di proseguire la sua attività di CEO a partire dallo scorso gennaio. Ciò nonostante, ha voluto presenziare sul palco in occasione di eventi importanti, ma – come alcuni hanno scritto – “sulle forze”.

Apple, azienda che cavalca il successo in maniera inequivocabile, con un flusso di cassa tale da fare invidia addirittura alla stessa Amministrazione dello Stato USA, è sempre stata attenta alla coniugazione il più felice possible di alta tecnologia ed estetica moderna: tutto questo, assieme ai suoi clienti, al suo pubblico e al futuro, è ora in mano a Tim Cook. Al quale non resta che augurare buon lavoro.

COMMENTI (FACEBOOK)

La Redazione (3322 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Abbiamo parlato di:
, , ,

Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.

*