Nuovi target social: gli «espatriati»

La Redazione
Di
Pubblicato il: 18/03/2015
Commenti Commenta | Permalink

Grazie alle capacità di targetizzazione, Facebook fa indirizzare mercati specifici: è la volta dei residenti all’estero, circa il 7 per cento dell’utenza.

La piattaforma pubblicitaria di Facebook ha un nuovo target, capace di indirizzare specificamente le persone residenti “all’estero”, che il social network chiama “expat targeting”.

Queste persone che vivono all’estero per le ragioni più disparate ma, solitamente, per lavoro, possono ora ricevere – ad esempio – offerte dalle compagnie aeree, nel tentativo di vendere loro biglietti negli specifici periodi di loro interesse.

Si tratta di una fetta sostanziosa di utenza: circa il sette per cento di poco meno di un miliardo e mezzo di utenti. Stando a ciò che il social network ha dichiarato ieri, si tratta di circa 92 milioni di utenze.

L’obiettivo di Facebook, naturalmente, è quello di far crescere i propri profitti pubblicitari oltreoceano. Al momento la novità indirizza utenti di nazionalità brasiliana, indonesiana, cinese, sudafricana e indiana.

Ethihad Airways, compagnia aerea con sede negli Emirati Arabi Uniti (e ora anche importante… socio d’affari Alitalia), è riuscita con questo sistema a indirizzare la propria offerta su Facebook a 27 milioni di Hindu dislocati fuori del paese di origine, in tempo per una loro festività chiamata Diwali.

La stessa compagnia è anche riuscita a indirizzarsi su 536mila indiani espatriati in Medio Oriente, con un risultato pari a 700 prenotazioni. La proposta è, come consuetudine, sotto forma di contenuto sponsorizzato, che appare in tutto e per tutto simile a un normale post.

La funzionalità, stando alle dichiarazioni di Facebook, è disponibile per tutte le interfacce del social network, incluse API (Application Program Interface, per uso programmazione) e nessun dato personale riguardante gli utenti viene consegnato agli inserzionisti.

Questa novità illustra con estrema chiarezza le ragioni per le quali il “modello” di Facebook, sul piano pubblicitario, è oggi assolutamente vincente rispetto alle piattaforme tradizionali: queste ultime debbono compiere sforzi notevolissimi per riuscire in una targetizzazione così accurata e mirata, mentre il social network può farlo con estrema “naturalezza” in quanto si serve, semplicemente, dei dati che gli utenti stessi gli forniscono.


La Redazione (3322 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Abbiamo parlato di:
, ,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.