Il nuovo nato di BlackBerry si chiama Leap

Il nuovo Leap.
Il nuovo Leap.
La Redazione
Di
Pubblicato il: 04/03/2015
Commenti Commenta | Permalink

Di fascia media, questo nuovo smartphone della casa della mora riabbraccia il modello keyboardless. Anticipato anche un nuovo modello con tastiera slide.

Cinque pollici di schermo a 720p, batteria sufficiente per 25 ore di operatività “pesante”, fascia media, sistema operativo versione 10.3.1: queste, in sintesi, le principali doti dello smartphone nuovo nato del 2015 in casa BlackBerry, battezzato Leap e annunciato al Mobile World Congress di Barcellona.

Un ritorno al keyboardless, dunque, che “spiazza” un po’ dopo le uscite degli altri modelli Classic, Porsche Design e Passport, più tradizionalisti (unica eccezione lo Z3). Ritorno, però, che pone l’enfasi su una fascia di prezzo abbordabile (275 dollari senza sussidi) e sulle abituali capacità di offrire tutta la sicurezza necessaria per essere adottato sia come smartphone personale che di lavoro, o anche entrambi.

Sul sito della casa è già presente e abbondantemente descritto. Di forma stilizzata e squadrato, ha sotto il connettore micro-USB per ricarica e comunicazione, a destra i tasti Up/Down/Foto, sopra l’interruttore e il jack cuffia. Ha una telecamera da 8 megapixel Full-HD con flash e un altoparlante posteriori, mentre l’anteriore è una 2 megapixel HD. Come i precedenti, ha due microfoni per la soppressione del rumore. Dispone di 16 GB di flash (espandibile con microSD), di 2 GB di RAM per le App ed è mosso da una CPU SnapDragon 400 dual core a 1.5 GHz.

Sembra che la stampa specializzata americana lo abbia accolto con un certo favore. Engadget ad esempio lo ritiene «notevolmente più attraente», ABC News lo classifica come il sostituto ideale di uno Z3 (simile allo Z10, uscito lo scorso anno, ndR). Anche su Twitter c’è più di qualche commento positivo.

Come al solito, le doti più rilevanti di certi apparecchi sono abbastanza “nascoste”. Il grande pubblico generalmente non si rende conto del valore di cui questi smartphone sono portatori. Sotto il profilo della sicurezza, nonostante il persistere di tentativi di concorrenza anche piuttosto audaci, è assai difficile raggiungere il medesimo livello.

Per questo, con ogni probabilità, l’AD John Chen ha impostato la propria comunicazione molto più in direzione del segmento business che consumer: è là che può trovare più facilmente chi è  in grado di comprendere tale valore. Per il normale consumatore, è solo una questione di scelte, peraltro oggi neppure riconducibili alla scarsa disponibilità di App “comuni”, giacché è possibile impiegare – oltre a quelle native – pressoché qualsiasi applicazione Android.

Nell’occasione, BlackBerry ha anticipato un nuovo modello, ancora in fase di lavorazione e ancora privo di nome, con tastiera slide.


La Redazione (3322 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Abbiamo parlato di:
, , ,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.