iPhone 5, iOS 4.3, iOS 5: il punto

The New Blog Times
Marco Valerio Principato
Di
Pubblicato il: 14/03/2011
Commenti Commenta | Permalink

Cosa riserva il futuro su iPhone 5 e sulle nuove versioni di iOS? Indiscrezioni ne circolano molte, notizie ufficiali ancora nessuna. “Sorvolando” la zona, però, qualche conclusione è già possibile trarla. Con cautela, ovvio

Roma – I titoli impazzano, in questi giorni, a proposito delle indiscrezioni su iOS 5, sulle novità di iOS 4.3 e sull’hardware che presumibilmente muoverà il prossimo iPhone: potrebbe essere utile fare il punto della situazione e comprendere cosa riserva Cupertino per la sua utenza.

Sembrerebbe ragionevole pensare, a proposito di CPU, che il nuovo iPhone possa essere mosso dalla stessa CPU che attualmente anima il nuovo iPad. L’immagine riportata da iPhoneItalia.com lascia abbastanza pochi dubbi e come conclude Esclusivista.it, la presenza di sigle identiche in entrambe le release porta a pensare proprio questo. Volendo approfondire, basta cercare su Google la sigla S5L8940 e si vedrà che praticamente mezzo mondo ci ha fatto caso.

iPhone e iOS, passato, presente e futuro: uno sguardo d'insieme

iPhone e iOS, passato, presente e futuro: uno sguardo d'insieme

A proposito di iOS 4.3, sulle sue novità si è detto un po’ di tutto: la sintesi pubblicata da Punto Informatico a questo proposito contiene già link sufficienti per farsi un’idea meno vaga al riguardo. A questo di interessante si può aggiungere la constatazione di The Apple Lounge, secondo cui la versione 4.3 risolve alcune inimicizie di fondo con le SIM Card dell’operatore nostrano Wind e questa è senz’altro un’ottima notizia per i suoi clienti.

Sul “quando” iOS 5 potrebbe essere presentato, tra gli altri ci lanciano il cappello Mela10.it e iPaddisti.it, il primo in maniera soft, il secondo facendo invece riferimento all’unica indiscrezione circolata e partita da un blog tedesco, sulla quale peraltro non vi sono conferme ufficiali: si parla di giugno prossimo, ma è un dato da prendere con cautela.

La viva speranza è quella che stavolta gli ingegneri di Apple ci pensino (almeno) due volte – come sembra vogliano fare – prima di togliere il velo a uno smartphone la cui antenna non risulti, almeno vagamente, essere davvero tale: sarebbe imperdonabile riproporre al pubblico un iPhone soggetto più degli altri a problemi di perdita di efficienza della medesima in presenza di un contatto ravvicinato con chi utilizza l’apparecchio.

Marco Valerio Principato


Marco Valerio Principato (2072 articoli)

Informatico sin dal 1980, esperto di Internet ed elettronica e attivo in Rete dal 1999, ha curato articoli in diverse pubblicazioni specifiche tra cui Punto Informatico (direzione P. De Andreis) e CompuServe Magazine. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione, è responsabile di questo sito.


Abbiamo parlato di:
, , , , ,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.