Intel, nuovi dischi SSD di classe enterprise

The New Blog Times
La Redazione
Di
Pubblicato il: 25/07/2014
Commenti Commenta | Permalink

Il gigante dei chip ha sfornato nuovi dischi SSD di classe enterprise, cercando di bilanciare costi, efficienza, prestazioni e consumi, con capacità da 128 a 480 GB e cifratura.

Gli ultimi dischi SSD classe enterprise di Intel comprendono ora nuove e potenti feature di sicurezza e di gestione, capaci di offrire alle aziende una migliore protezione contro le perdite di dati senza intaccare le prestazioni: questa la novità emersa questa settimana dal gigante dei chip.

La nuova serie SSD Pro 2500 è disponibile nei formati da 2,5 pollici e M.2 (da 60 e 80 mm) con capacità che spaziano da 120 a 480 GB. Questa serie è dotata di auto-cifratura, chiamata SED (Self Encrypting Drive) che permette di cifrare e decifrare “al volo” i dati con uno standard a 256 bit. Al contempo offrono il controllo delle politiche di sicurezza in osservanza alle specifiche OPAL 2.0 del Trusting Computing Group e di eDrive di Microsoft, come ad esempio quelle relative alla cancellazione cifrata.

Tutti i modelli di quella serie permettono 540 Mbps di velocità di lettura e 490 Mbps di scrittura sequenziali, mentre le velocità random di blocchi da 4K variano secondo il fattore di forma e la capacità.

«La necessità di proteggere gli asset e di tener d’occhio la bottom line pur assicurando agli operatori del settore i migliori strumenti è una sfida per i dipartimenti IT», ha dichiarato in una nota Rob Crooke, corporate VP e general manager del dipartimento Non-Volatile Memory Solutions Group di Intel.

«La serie SSD Pro 2500 è una soluzione ben dimensionata in grado di bilanciarsi tra questi requisiti, spesso contrastanti. L’impiego di questa serie di memorie di massa permette di dotarsi di una soluzione di storage potente in grado di sostenere le imprese di qualsiasi dimensione a osservare le proprie necessità IT più critiche», ha detto Crooke.

Oltre alle migliorate feature di sicurezza, questi nuovi SSD di Intel sono progettati per essere controllati a distanza dai dipartimenti IT mediante la tecnologia vPro di Intel, presente nelle sue piattaforme di classe enterprise. L’obiettivo è anche quello di renderli gestibili per i sistemi embedded e per il mondo della IoT (Internet of Things), dove i sistemi critici sono ad esempio la firma elettronica o le macchine ATM (Bancomat, ndR).

Ultimo ma non meno importante, Intel dichiara che la serie Pro 2500 dispone di «cinque diverse modalità di alimentazione avanzati, in grado di bilanciare al meglio prestazioni e consumi energetici, così da favorire maggiore durata delle batterie e permettere migliori esperienze nel mondo mobile».

Non sono ancora stati resi noti i prezzi definitivi. Qui di seguito una tabella con le principali caratteristiche.

(Scarica articolo in formato PDF)

Caratteristiche della nuova serie di SSD Pro 2500 di Intel

Caratteristiche della nuova serie di SSD Pro 2500 di Intel (click per ingrandire)


La Redazione (3321 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Abbiamo parlato di:
, , ,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.

*