Indecisi su un nuovo smartphone Android? Ci pensa Google

La Redazione
Di
Pubblicato il: 15/06/2015
Commenti Commenta | Permalink

A volte decidersi non è facile: Android può essere usato virtualmente da tutti i produttori, il che significa esaminare decine e decine di device. Ma ci pensa Google.

Roma – Avete intenzione di acquistare o cambiare il vostro smartphone Android ma siete indecisi? Nessun problema: Google ha aperto una nuova pagina Web in cui fa agli internauti che la visitano qualche semplice domanda, quindi cerca di individuare il modello che meglio risponde alle esigenze prospettate.

Si comincia con un elenco di dodici “usi comuni” di uno smartphone, come ad esempio  scattare foto, ascoltare musica, gestire la produttività o il proprio allenamento. Alla scelta di uno di esse partono altre due domande: quanto spesso si impiega o si svolge l’attività scelta e, tra quelle scelte, quale si considera più importante.

Per ottenere un piccolo elenco di smartphone suggeriti è sufficiente rispondere a tre delle domande. Di utile c’è che l’elenco visualizza le caratteristiche di ogni device proposto in un confronto side by side, fianco a fianco, che evidenzia il motivo per il quale viene suggerito un determinato device piuttosto che un altro.

Senz’altro è più pratico che non mettersi a scorrere un interminabile vetrina nel proprio negozio di fiducia alla ricerca della soluzione idonea.

Questo nuovo sito di Google potrebbe rappresentare un tentativo di agevolare la scelta tenendo conto del fatto che qualsiasi costruttore può, teoricamente, impiegare Android e ciò si traduce – a differenza di Apple, dove la scelta è molto più ristretta – nel dover esaminare una quantità enorme di device.

Naturalmente bisogna farsi domande: perché Google ha investito tempo e risorse per creare questo sito? Cosa ci guadagna? Due cose: a) statistiche da rivendere; b) diffusione di Android. I motivi ormai dovrebbero essere chiari.


La Redazione (3322 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Abbiamo parlato di:
, , ,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.