Sta per arrivare Computer Data Sync for BlackBerry

The New Blog Times
Marco Valerio Principato
Di
Pubblicato il: 21/04/2015
Commenti Commenta | Permalink

Ormai inserita tra le applicazioni in “Beta”, questa consente di fare – almeno all’apparenza – circa le stesse cose rispetto a BlackBerry Link. Difficile, almeno inizialmente, comprenderne il senso, se si prescinde dalla possibilità dell’uso del Wi-Fi.

Roma – Tra le applicazioni in “Beta” (non ancora definitive, ndB) è comparsa la scorsa settimana una nuova App per BlackBerry, chiamata Computer Data Sync.

Il nome lascia già comprendere tutto: sincronizzazione dati tra il proprio smartphone e il computer. Non essendovi ancora nulla di ufficialmente rilasciato, non resta che esaminare la pagina di aiuto, segnalata da Crackberry.com e già presente, questa, sul sito ufficiale.

L’applicazione si compone di due parti: un’App da installare sullo smartphone e una controparte da installare su PC o su Mac. Il sistema è progettato per consentire la sincronizzazione con Outlook di Microsoft, sia esso su PC (Microsoft Outlook 2007 e successivi) che su Mac (Outlook 2011 e successivi).

Vi si apprende che è in grado di funzionare sia via USB che via Wi-Fi (una notevole comodità rispetto a BlackBerry Link, che obbliga al cavo USB) e che richiede, sullo smartphone, una versione di BlackBerry OS non inferiore alla 10.2.1, dunque neppure l’ultima.

Le medesime informazioni sono anche presenti sul sito dedicato, reperibile all’indirizzo deviceswitch.com/computer-data-sync.

Ciò che viene reso possibile è:

  1. trasferire interamente contatti e agenda dal computer allo smartphone per la “prima messa in servizio”;
  2. sincronizzare contatti e agenda quando computer e smartphone sono connessi.

In tutta franchezza, la novità non sembra offrire molto di diverso da quanto già consente di fare BlackBerry Link, il software dedicato alla sincronizzazione non solo di agenda e contatti, ma anche di contenuti multimediali e in grado di effettuare anche un backup. Software che, tra l’altro, non richiede affatto l’installazione di una ulteriore App sullo smartphone.

La novità non risolve, tra l’altro, uno dei problemi più avvertiti proprio da coloro che andrebbero fatti sentire più “al sicuro”, rispetto al passato: la sincronizzazione di note e attività, che sin dall’inizio chi scrive ha condannato come grande assente nel passaggio storico dal “vecchio” mondo BlackBerry fondato sul sistema operativo di vecchia generazione (fino alla vesione 7) al “nuovo” mondo fondato sulla versione 10.

Non resta che attendere ulteriori sviluppi: specie con la versione 10.3.1 BlackBerry ha fatto passi avanti enormi in quelle funzioni in grado di accorciare le distanze con la concorrenza, in un terreno dove solo chi ha una certa cultura in materia e una certa consapevolezza riesce ad apprezzare le differenze abissali tra un BlackBerry e “il resto”.

Su certe cose, però, ivi compresa una comunicazione di marketing degna di questo nome1, l’azienda canadese ancora non riesce ad adeguarsi e non sembra “ascoltare la Rete”, cosa che la concorrenza, invece, spesso fa molto bene. E con grandi profitti.

  1. Basti pensare all’App di Instant Messaging BBM: nettamente migliore di WhatsApp, disponibile anche per iOS, Windows Phone e Android, più efficiente, efficace, funzionale, sicura e rispettosa della privacy, non la conosce praticamente nessuno e se solo fosse “spinta” dal marketing come si converrebbe, WhatsApp semplicemente “scomparirebbe” al suo cospetto.  [Torna al testo]

Marco Valerio Principato (2072 articoli)

Informatico sin dal 1980, esperto di Internet ed elettronica e attivo in Rete dal 1999, ha curato articoli in diverse pubblicazioni specifiche tra cui Punto Informatico (direzione P. De Andreis) e CompuServe Magazine. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione, è responsabile di questo sito.


Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.