Nuovo iOS… nuovo Cydia

Dario Bonacina
Di
Pubblicato il: 24/01/2011
Commenti Commenti disabilitati | Permalink

La nuova versione della piattaforma alternativa all’App Store consentirà di recuperare le installazioni perse in seguito all’aggiornamento del firmware

Milano – E’ in arrivo la versione 4.3 di iOS, di cui è attualmente in circolazione la beta. E nell’attesa che l’ultima release del sistema operativo dei dispositivi touch di casa Apple - iPhone, iPod Touch e iPad – giunga a maturazione definitiva, c’è chi sta lavorando parallelamente per i jailbreakers, sulla nuova versione di Cydia. Che promette novità interessanti, soprattutto per quanti aggiornano il firmware.

Per quanti – presumibilmente pochi, almeno tra i lettori del New Blog Times - non lo conoscessero,  Cydia è un software sviluppato da Saurik (nome d’arte di Jay Freeman) che apre agli utenti Apple una piattaforma parallela all’App Store, per consentire l’utilizzo di applicazioni alternative ai software disponibili nel negozio Apple. Ovviamente si parla di applicazioni non previste (in quanto non consentite) dal produttore e che, per il loro utilizzo, prevedono che sul dispositivo sia effettuato il jailbreak, ossia l’eliminazione di quei vincoli imposti all’origine dall’azienda.

L’apertura di quei lucchetti consente dunque di ampliare la già ben assortita rosa di applicazioni disponibili per i device che si fregiano del logo con la mela morsicata. Fino a ieri, tuttavia, un problema affliggeva i possessori di iPhone (o iPad, o iPod Touch) jailbreaked: in caso di aggiornamento del sistema operativo, era necessario procedere ad un nuovo jailbreak e alla re-installazione di tutte le applicazioni scaricate tramite Cydia, una dopo l’altra, perché con l’update se ne perdevano irrimediabilmente le tracce.

La funzione Manage Account prevista dalla nuova release di Cydia (Click per ingrandire)

Un’operazione fastidiosissima, soprattutto per gli utenti con numerose applicazioni da “riprendere”. Ma è appunto a questa noia che Saurik ha pensato di porre rimedio, inserendo nella nuova versione di Cydia una feature chiamata Manage Account.

La novità – illustrata su MacStories da Graham Spencer – si rivela utile appunto quando si procede all’aggiornamento del sistema operativo: il jailbreak è sempre da effettuare e le applicazioni alternative spariscono ancora, ma l’utente potrà loggarsi in automatico con il proprio account – linkato all’utenza di Google o di Facebook – ricevendo in download le app scaricate in precedenza, di cui Cydia avrà mantenuto un registro (che fa capo alla voce Installable Purchases, cioè “Acquisti installabili”), permettendo di automatizzarne il recupero.

La funzione è indubbiamente utile e, oltre a caratterizzare Cydia di una feature che lo rende ancora più interessante, strizza indirettamente un occhiolino ad Apple, perché con l’opportunità di ricostruire la configurazione delle applicazioni in un modo più autometico, la stimola al miglioramento del suo App Store.

Non va comunque dimenticato che l’azienda di Cupertino ritiene decaduta la garanzia di un dispositivo su cui è stato effettuato il jailbreak. Qualora si verificasse la necessità di chiedere un intervento all’assistenza tecnica, tuttavia, un utente potrebbe sempre caricare una versione originale del firmware (annullando gli effetti dell’operazione) prima di recapitare l’apparecchio ad Apple. Verosimilmente un centro assistenza - ricevendo un device in tali condizioni – potrebbe rilevare eventuali manomissioni precedenti sull’apparecchio, ma finora non sono stati registrati casi di contestazioni del jaibreak agli utenti.

A questo punto, agli utenti più disinvolti che non disdegnano tentare strade diverse da quelle ufficiali – godendone i benefici, ma assumendosene come sempre il rischio – non resta che attendere la possibilità di procedere al jailbreak di iOS 4.3, di cui già si parla in rete.

Dario Bonacina


  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Pinterest
  • Pubblica su MySpace
  • Invia su Segnalo
  • Invia a Diggita
  • Segnalibro su Google
  • Pubblica su Blogger
  • Condividi su Google Reader
  • Condividi su Google+

Argomenti trattati:
, , , , , , , ,

Sezione in lettura: Software

« »

Commenti

I commenti sono chiusi (articolo datato o decisione redazionale).
I ping sono chiusi (articolo datato o decisione redazionale).