Facebook, amplificazione e… equalizzazione

Quale device vuoi interessare oggi?
Quale device vuoi interessare oggi?
Marco Valerio Principato
Di
Pubblicato il: 24/07/2014
Commenti Commenta | Permalink

Oltre a «sospingere» i post in alto nelle bacheche, il sistema pubblicitario di Facebook ora consente di scegliere anche «quali» bacheche. Anzi, di quali device.

Qualche giorno fa abbiamo segnalato che Facebook ha reso possibile “amplificare” la portata dei propri post, naturalmente a pagamento. Adesso, oltre a sospingere gli stessi post, possiamo anche “equalizzare” il grado di “amplificazione”, come si fa con gli equalizzatori1, scegliendo accuratamente il tipo di device verso cui desideriamo una maggiore “amplificazione”.

Confusi? In termini più brutali: all’atto in cui sponsorizziamo un post, possiamo decidere se farlo, per esempio, solo per gli iPad, o solo per gli iPad Mini, o solo per gli iPad Air, e così via. La possibilità è molto più rilevante di quanto si creda, specie per chi scrive articoli incentrati su determinati brand, pubblica recensioni e cose del genere.

Se, sempre per fare un esempio, scrivo una recensione calda ed entusiasta sul nuovo Samsung S5 e pubblico su Facebook l’articolo in un post sulla mia bacheca, potrei decidere di “amplificare” quel post scegliendo, però, di potenziarlo solo verso coloro che mi stanno leggendo da uno smartphone Samsung. Avrò così la certezza che la mia recensione raggiungerà quel tipo di lettori, perché sono loro che, molto probabilmente, dopo aver letto la mia entusiastica recensione decideranno di gettare alle ortiche il vecchio smartphone e procurarsi il nuovo S5.

Una simile possibilità potrebbe essere sfruttata con notevolissimo vantaggio anche da un costruttore: poniamo sempre Samsung, che nel pubblicizzare un post in cui parla della durata della batteria e cita il suo ormai noto spot, potrebbe utilizzare questa caratteristica di Facebook per indirizzarsi maggiormente proprio a coloro che, nello spot, sono derisi e canzonati: coloro che impiegano un iPhone.

Il meccanismo è molto flessibile e si presta a vari impieghi, sia per gli sviluppatori, sia per i redattori, sia per i social media manager. E testimonia ancora una volta come Facebook, specie in questi ultimi tempi, stia affilando le armi in tema di pubblicità.

Marco Valerio Principato

(Scarica articolo in formato PDF)

  1. Strumenti audio ben conosciuti da appassionati audiofili e musicisti, con i quali si può alterare la linearità di un sistema di amplificazione per compensare eventuali difetti o limitazioni introdotti dalle casse acustiche, dall’ambiente, eccetera. Per maggiori spiegazioni, vedi Wikipedia.  [Torna al testo]

Marco Valerio Principato (2076 articoli)

Informatico sin dal 1980, esperto di Internet ed elettronica e attivo in Rete dal 1999, ha curato articoli in diverse pubblicazioni specifiche tra cui Punto Informatico (direzione P. De Andreis) e CompuServe Magazine. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione, è responsabile di questo sito.


Abbiamo parlato di:
, , ,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.

*