Vodafone vuole comprare Fastweb. Per 5 miliardi

Edificio Swisscom
Edificio Swisscom
Marco Valerio Principato
Di
Pubblicato il: 09/10/2014
Commenti Commenta | Permalink

Vodafone è disposta ad aprire il portafogli per ritentare l’acquisto di Fastweb. Swisscom sembra allettata, la borsa svizzera anche. Quali conseguenze tecniche e antitrust?

Dopo i tentativi del 2013, in cui di miliardi ne ha offerti meno (2,9), Vodafone ha rilanciato sull’acquisto di Fastweb con un assegno più sostanzioso: 5 miliardi, anzi, secondo l’agenzia Reuters, 6,3.

La tentazione della Svizzera di cedere è forte, perché Fastweb ha un debito di un miliardo e i restanti quattro sarebbero l’enterprise value d’acquisto. L’occhio di Vodafone vede in Fastweb una delle poche aziende ancora in crescita nella telefonia fissa e nella banda larga, e l’occhio della borsa svizzera è altrettanto entusiasta, visto il guizzo delle azioni. Secondo gli analisti sarebbe, altresì, la prospettiva di un dividendo per gli azionisti e di una riduzione degli investimenti in conto capitale.

A Vodafone, dal proprio punto di vista, ne verrebbe una capacità di competizione molto maggiore volta a minacciare in Italia l’ex monopolista Telecom Italia, che nel frattempo guarda alla fibra con sempre maggiore interesse: ha acquisito il 53,8 per cento di Metroweb.

Ci sarebbe poi da vedere, nell’ipotesi che l’acquisizione fosse completata, come si configurerebbe materialmente la rete: Fastweb è organizzata in modo anomalo rispetto agli altri operatori, visto che – nei fatti – la sua topologia è a tutti gli effetti una Intranet ai cui confini esistono dei gateway per la connessione “verso” Internet. Una situazione che per determinati servizi è inutilizzabile e in più di qualche caso – compreso quello di chi scrive – porta a dover rinunciare a un servizio, tolto questo dettaglio e la qualità dell’interfacciamento con il pubblico in Italia, tecnicamente non certo da scartare rispetto ad altri.

Inoltre vengono a mente possibili questioni antitrust: Vodafone è già il secondo operatore in Italia e gestisce, dopo l’acquisizione di TeleTu, una porzione piuttosto grande di utenza fissa e mobile. Con l’acquisizione di Fastweb i numeri potrebbero divenire decisamente concorrenziali.

Marco Valerio Principato

COMMENTI (FACEBOOK)

Marco Valerio Principato (2081 articoli)

Informatico sin dal 1980, esperto di Internet ed elettronica e attivo in Rete dal 1999, ha curato articoli in diverse pubblicazioni specifiche tra cui Punto Informatico (direzione P. De Andreis) e CompuServe Magazine. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione, è responsabile di questo sito.

  • Feed RSS autore
  • Twitter
  • Facebook
  • Instagram
  • Telegram
  • BlackBerry Messenger (BBM)

Abbiamo parlato di:
, , ,

Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.

*