Volete passare a iPhone 6? Vi aiuta Apple

Il «diavolo tentatore»...
Il «diavolo tentatore»...
Marco Valerio Principato
Di
Pubblicato il: 17/03/2015
Commenti Commenta | Permalink

La tentazione è forte ma vi frena il vostro attuale smartphone, magari acquistato da poco? Nessun problema: pare Tim Cook abbia pensato anche a voi.

Tim Cook, AD di Apple, vi vuole, vi desidera, vuole che entriate nel club dei possessori di iPhone. Per aiutarvi, pare si stia preparando a lanciare una nuova campagna di ritiro usato di altre marche e relativa vendita di nuovo presso i propri store.

È quanto risulta a 9to5Mac, sito che si autodefinisce “Apple Intelligence” (il proverbio dice chi si loda si sbroda, ndB, ma prendiamolo per buono: non è la prima volta che Cook lo fa). Secondo le fonti del sito, negli Apple Store verranno ritirati smartphone di altre marche in cambio di “gift cards” (calma), da usarsi per l’acquisto di un iPhone nuovo.

Similmente a come Apple ha già fatto per favorire la sostituzione degli iPhone più vecchi, gli impiegati valuteranno le condizioni funzionali ed estetiche del vostro smartphone – sia esso un qualsiasi device Android, Windows Phone o BlackBerry – e determineranno una non meglio definita agevolazione, sotto forma, appunto, di “gift card”. Che non è, quindi, un regalo.

Secondo le fonti di 9to5Mac la cosa dovrebbe avviarsi nelle prossime settimane, non appena terminerà lo specifico addestramento che sarebbe in atto nei confronti del personale degli store, i quali dovranno essere in grado di migrare almeno i contatti dal device “concorrente” all’iPhone (per il resto, dunque, dovreste vedervela voi: foto, filmati e documenti salvateli prima).

Questi “programmi di acquisizione clienti” – come altro vorremmo chiamarli? – non sono nuovi, racconta il sito. Cook l’ha già fatto nel 2013 per incentivare il passaggio a iPhone 5C/5S in America, Canada, Australia ed Europa. L’ha fatto anche per l’iPad e, in entrambi i casi, i disneyani-paperoniani registratori di cassa hanno tintinnato, quindi la cosa ha funzionato: di qui una certa credibilità di questa indiscrezione.

La concorrenza, peraltro – vedi uno a caso: Amazon – potrebbe essere anche molto più aggressiva nello svolgere iniziative di promozione di questo genere, racconta ancora il sito di “Apple Intelligence”.

Ma sappiamo bene che chi si è lasciato contagiare dal “virus” non guarda in faccia nessuno: vuole l’iPhone e basta. E se per caso dovesse arrivare con un minimo di facilitazioni, non se lo farà dire due volte.


Marco Valerio Principato (2072 articoli)

Informatico sin dal 1980, esperto di Internet ed elettronica e attivo in Rete dal 1999, ha curato articoli in diverse pubblicazioni specifiche tra cui Punto Informatico (direzione P. De Andreis) e CompuServe Magazine. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione, è responsabile di questo sito.


Abbiamo parlato di:
, , , ,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.