Nokia e Alcatel-Lucent si uniscono. 16 miliardi

Sede Nokia in Finlandia.
Sede Nokia in Finlandia.
La Redazione
Di
Pubblicato il: 16/04/2015
Commenti Commenta | Permalink

Il dado è tratto: per 16 miliardi Nokia ha acquisito la francese Alcatel-Lucent. Lo annuncia l’azienda con un comunicato, mentre pensa di vendere anche Here.

Roma – Non produrrà più cellulari, ma Nokia si appresta ugualmente a diventare il più grosso costruttore di apparecchiature per telecomunicazioni del mondo, persino sopra Ericsson e Huawei: ha appena acquisito il costruttore francese Alcatel-Lucent per 15,6 miliardi di euro (16,6 miliardi di dollari), più del doppio di quanto Microsoft ha pagato per acquisirne il braccio dedicato a Windows Phone.

L’azienda con l’occasione ha anche acquisito i famosi laboratori Bell (creati proprio da Alexander Graham Bell nel 1880), assieme ai suoi numerosi brevetti. Dispone così di tre grossi laboratori ed è convinta che «la combinazione di aziende sarà in grado di accelerare lo sviluppo delle tecnologie future, incluso 5G… così come il settore dei sensori e dell’imaging».

Quando al brand, le aziende così riunite opereranno con il marchio Nokia ma i famosi Bell Labs invece manterranno il marchio Alcatel-Lucent.

Non per questo Nokia abborderà il treno Android. I cellulari di Alcatel (che costruisce anche l’One Touch e altri apparecchi) erano prodotti grazie a una joint venture tra Alcatel-Lucent e la cinese TCL: ora sono totalmente prodotti da quest’ultima.

L’azienda finlandese si è anche prodigata nel ricordare che mentre le due company “unite” avranno sede in Finlandia, la Francia resterà «un vibrante centro delle aziende combinate». Ha anche precisato che si atterrà alle normative locali e in ossequio alle medesime gestirà il personale presente in Francia. Né potrebbe fare diversamente, dal momento che lo stato è azionista e si è dimostrato piuttosto “permaloso” quando aziende francesi come Dailymotion sono state acquisite.

L'”affare” si dovrebbe concludere nel 2016.

Nella circostanza Nokia ha anche detto di volersi liberare di Here, la divisione mappe, per concentrarsi sul business di rete, ma solo a condizione di spuntare un prezzo adeguato. Secondo Bloomberg tra le idee ci sono la vendita ad un consorzio tedesco di produttori auto o addirittura ad Uber.


La Redazione (3322 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Abbiamo parlato di:
, , ,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.