Google dichiara guerra ad Apple a suon di musica

The New Blog Times
Fred James Ferreri
Di
Pubblicato il: 23/06/2010
Commenti Commenta | Permalink

Un annuncio a mezza bocca getta scompiglio nel mercato musicale online: Google lancerà il suo music store, entro l’anno, con annessi abbonamenti. Per Apple? Va tutto benissimo. Finora

Boston – Il gigante del Web, Google, è pronto a sfidare l’egemonia di iTunes: entro l’anno lancerà il proprio servizio musicale online.

A riferirlo è il Wall Street Journal, secondo le cui fonti nel 2010 Google renderà possibile il download di brani musicali online e nell’arco del prossimo anno vi affiancherà un servizio di supporto in abbonamento.

Il quotidiano spiega che i contorni del progetto sono vaghi ma precisa che l’obiettivo finale è quello di presenziare sul Web con un’offerta musicale completa, da estendersi ai terminali mobili basati sul suo Android.

Online Music Store: finora predomina Apple, ma Google sta arrivando

Online Music Store: finora predomina Apple, ma Google sta arrivando

Si tratta, dunque, di un autentico sgambetto al quale il mercato non era preparato: lo scorso anno BigG si era accordato con Pandora e con iLike, e ora oplàcompare dal nulla direttamente in casa Apple, e proprio nell’area occupata (quasi in monopolio) da iTunes, rappresentando oggi quel canale il 28 per cento della musica venduta negli Sates.

Una risposta che si aggiunge all’acquisizione di AdMob, la risposta di Google a iAD di Apple, nonché al duro lavoro in atto su Chrome OS, con cui Google spera di ritagliare una grossa fetta dalla torta del mercato PC.

Tutto questo giunge proprio mentre parte iOS4, la nuova versione del sistema operativo mobile di Apple, e poco prima dell’uscita di iPhone 4, la cui presentazione al pubblico potrebbe bruciare i tempi e sembra sia stato già scorto nelle vetrine.

Non c’è che dire: se a questo si aggiunge l’ottimo andamento delle vendite di iPad, Apple per ora non ha nulla su cui recriminare. Almeno fin quando non partirà “Google Music”, o come deciderà di chiamarlo.

Fred J. Ferreri

COMMENTI (FACEBOOK)

Abbiamo parlato di:
, , , , ,

Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.

*