Wind, dalla Russia con furore (ma senza Libero)

The New Blog Times
Dario Bonacina
Di
Pubblicato il: 06/10/2010
Commenti 1 commento | Permalink

La compagnia telefonica sarà controllata al 100% dal gruppo russo Vimpelcom ed entrerà in una realtà che formerà il quinto operatore TLC al mondo

Milano – Vento di cambiamento in Wind: la compagnia telefonica ha annunciato l’avvio di un’operazione di fusione tra l’egiziana Weather Investments e la russa Vimpelcom, che assumerà il pieno controllo di Wind Telecomunicazioni, oltre ad avere una quota di maggioranza (51,7%) in Orascom Telecom.

La fusione darà vita ad un gruppo con oltre 174 milioni di utenti, il quinto operatore di telefonia al mondo. L’operazione non riguarda la “non propriamente florida” società greca Wind Hellas (che manterrà la proprietà di un cavo sottomarino Italia-Grecia)ne’ l’attività wholesale di Wind International Services, per la quale si prevede lo scorporo da Wind Telecomunicazioni, esattamente come per il portale Libero.it.

L’operazione si dovrebbe chiudere – previa via libera di tutte le autorità competenti – nel primo trimestre 2011, mentre le attività legate agli scorpori dovrebbero essere ultimate entro settembre 2011. Il portale Libero, salvo ripensamenti o nuove opportunità di mercato, potrebbe dunque mantenere la proprietà attuale: secondo quanto riferito da MF/DowJones, Naguib Sawiris intende mantenere il controllo di una nuova società – quotata alla borsa egiziana – che includerà “Tutte le attività esterne a questo accordo”.

Suscita qualche riflessione l’apparente disinteresse di Vimpelcom per Libero, che fa riferimento ad una vasta community e che ad oggi – secondo la classificazione di Alexa.com – risulta al 213esimo posto a livello mondiale e il settimo a livello nazionale. Tuttavia è opportuno considerare che, pur trattandosi di un asset assolutamente appetibile per un operatore di telecomunicazioni, porta con se’ un volume di utenti che Sawiris potrebbe verosimilmente aver preferito mantenere nelle proprie mani per includerlo in altre operazioni da sviluppare in funzione di altre strategie.

Le due parti hanno cercato di mantenere il più stretto riserbo sulle trattative, benché alcune voci fossero già trapelate circa due mesi fa: la testata russa Kommersant aveva infatti anticipato l’operazione, ma mentre Vimpelcom aveva preferito non commentare i rumors, Orascom aveva dichiarato di non essere coinvolta in trattative con il gruppo russo.

Dario Bonacina


Dario Bonacina (360 articoli)

Tecnico informatico e TLC per un gruppo industriale, freelance blogger/journalist, ha collaborato e collabora con varie testate e siti di informazione tecnologica tra cui ComputerWorld, Punto Informatico e Tekneco.


Abbiamo parlato di:
, ,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.

*