Samsung e Apple, la guerra delle batterie

Samsung S3 «dopato» con una batteria da 3100 mAh
Samsung S3 «dopato» con una batteria da 3100 mAh
Marco Valerio Principato
Di
Pubblicato il: 07/07/2014
Commenti Commenta | Permalink

Samsung vorrebbe che si scatenasse una comparazione tra durate a proprio favore. E lancia il sasso su YouTube, ma Apple «non risponde».

C’è una lite mediatica in corso. Tanto per cambiare, tra Samsung e Apple. Stanno facendo – o forse vorrebbero, ma Apple non “risponde” alla provocazione – a gara a chi ce l’ha più lunga. La durata della batteria, naturalmente.

Il buzz è partito proprio da Samsung, precisamente da Samsung Mobile USA, che ha caricato su YouTube un video (in fondo) in cui ridicolizza i clienti Apple, permanentemente attaccati al caricabatterie e, di conseguenza, alla prima presa elettrica disponibile.

Nell’ultimo Galaxy S5, infatti, l’azienda coreana ha inserito nuovi sistemi di economizzazione dei consumi che, a suo dire, portano a una durata superiore alla giornata.

Io direi che più che altro si tratta di batteria. Come si può osservare dallo stesso sito Samsung, è una batteria da 3200 mAh, ossia ben 1100 mAh in più rispetto a quella del Samsung S3.

Con un salto in alto del genere è credibile che la durata si prolunghi: ho avuto modo io stesso di sperimentare quella capacità con il mio modesto S3 e come ho potuto constatare personalmente, i 3000 mAh della batteria “rinforzata” (originale Samsung) vanno anche oltre la singola giornata.

Che gli utenti iPhone stiano spesso nelle condizioni indicate dal filmato, purtroppo, posso solo confermarlo: frequentando l’università, dove i giovani stanno sempre con gli smartphone in mano, ne vedo a decine con l’iPhone nella mano sinistra e il caricabatterie nella destra, già connesso allo smartphone, alla spasmodica ricerca di una presa elettrica.

Un giorno una ragazza, durante la lezione, con assoluta sfrontatezza si è alzata (nota: mentre il docente spiegava), è andata dietro la lavagna e ha attaccato il caricabatterie all’unica presa di quell’aula, solleticando una risentita e canzonatoria osservazione da parte del professore: se avesse potuto, l’avrebbe “soppressa”.

Certo, direi che se Apple accettasse qualche grammo in più di peso e mezzo millimetro di spessore in più, farebbe contenti qualche milione di clienti. Ma è questione di scelte.

Marco Valerio Principato

(Scarica articolo in formato PDF)

COMMENTI (FACEBOOK)

Marco Valerio Principato (2078 articoli)

Informatico sin dal 1980, esperto di Internet ed elettronica e attivo in Rete dal 1999, ha curato articoli in diverse pubblicazioni specifiche tra cui Punto Informatico (direzione P. De Andreis) e CompuServe Magazine. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione, è responsabile di questo sito.


Abbiamo parlato di:
, , ,

Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.

*