L’opinione sull’opinione

Marco Valerio Principato
Di
Pubblicato il: 22/07/2014
Commenti Commenta | Permalink

Leggendo un tentativo di autentica «decostruzione» operato nei confronti di BlackBerry ho pensato: tutto il mondo è paese e la prolifica mamma dei cretini è sempre incinta.

Media

Il mio commento all'articolo su BB Powered
Il mio commento all'articolo su BB Powered
(Cliccare l'immagine per ingrandire)

Articoli correlati:

Non ho la pretesa, ovviamente, di sentirmi un autentico opinionista: so bene di non essere nessuno. Ma non posso tacere su un articolo in cui mi sono imbattuto su BBM, dove “frequento” BB Powered, un canale incentrato sul BlackBerry. In quel canale è circolato un articolo scritto da tale Andy Boxall per DigitalTrends.com e vorrei dire la mia, appunto, “opinione sull’opinione”, visto che quell’articolo è stato pubblicato nella sezione “opinion” di quel sito.

Versione breve: Boxall lavora sottobanco per Apple e DigitalTrends.com anche. E devono essere pure pagati bene, altrimenti non riesco a spiegare come il team di quel sito, neppure troppo da scartare, abbia acconsentito alla sua pubblicazione, al limite della denuncia per diffamazione a mezzo stampa (almeno secondo la legge italiana).

Versione da chiacchiera in salotto: se avete la pazienza, conoscete l’inglese e cercate qualcuno che derida BlackBerry in favore di Apple, leggetevi l’articolo. Vi farà godere come pochi eventi della vita sono riusciti a fare. Se invece, come me, non siete dei sostenitori a oltranza né dell’una né dell’altra casa ma vi limitate a considerare i fatti concreti, semplicemente vi verrà da sorridere per la puerilità – nonostante il linguaggio abbastanza forbito, ricco e metaforico – dell’articolo derisorio e canzonatorio di Boxall. Che guarda caso apre con una foto del BlackBerry Passport, lo smartphone che a breve dovrebbe uscire sul mercato.

Certo, come avevo già detto, dopo l’alleanza tra Apple e IBM per BlackBerry saranno tempi duri, durissimi. Ma questo non significa poter già affermare “è finita”, mi sembra troppo presto per chiamare l’agenzia funebre.

Boxall, solo per dirne una, fa paragoni vacui e molto azzardati (parlare di un BlackBerry Bold, di cui a suo tempo – nel 2009, cioè cinque anni fa, parlavo bene anch’io, e confrontarlo con un qualsiasi device odierno dotato di iOS 8 è concettualmente assurdo).

Il suo tentativo di accurata decostruzione di un marchio – perché di questo si tratta – è tanto vano quanto ridicolo, un esercizio di vera e propria retorica ciceroniana, sul quale chi è dotato di un minimo di intelligenza propria e autonoma non può che sorridere, compatendolo.

Ho già provveduto a una moderata ma tagliente contro-canzonatura su Twitter, significando in italiano: “Forza, iphonari, bagnatevi sotto per l’eccitazione. Poi ridiscendete sul pianeta Terra e smettete di sognare”. Segue link all’articolo.

Ciò a seguire al commento di risposta che ho lasciato su BBM Powered (nell’immagine in colonna), il cui testo in italiano significa: “Solo qualche parola per gli autori di questo articolo: vi piace il vostro iPhone? Tenetevelo. E sostituitelo ogni qualvolta Tim Cook ve lo piazza fuori mercato attraverso la sua obsolescenza programmata. Io mi tengo il mio BlackBerry Z10. Ho solo avuto bisogno di una batteria-bumper per farlo resistere online tutto il giorno. Andate, iphonari, andate”. A tale commento, nel “linguaggio di BBM”, lo staff ha risposto con il segno di spunta verde che si vede nell’immagine subito sotto al commento e significa “ricevuto, concordo”. Certamente un “concordo” di parte, ma andiamo: sono certo che persino un androidiano convinto avrebbe concordato.

Se poi volete farvi altre risate, leggete anche i commenti che i lettori hanno lasciato in diretta su DigitalTrends.com all’articolo. Troverete persino chi, senza mezzi termini, considera quell’articolo tutto fuorché un’opinione, scritta da un «giornalista privo di integrità» (mentale, ndB).

Ok, taccio. Ho dedicato sin troppo tempo a un idiota.

Marco Valerio Principato

(Scarica articolo in formato PDF)


Marco Valerio Principato (2076 articoli)

Informatico sin dal 1980, esperto di Internet ed elettronica e attivo in Rete dal 1999, ha curato articoli in diverse pubblicazioni specifiche tra cui Punto Informatico (direzione P. De Andreis) e CompuServe Magazine. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione, è responsabile di questo sito.


Abbiamo parlato di:
,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.

*