Lo vedete che il 4G/LTE è una bolla di sapone?

Parafrasando: 225 Megabit non si spiega di averli, si prova a darli!
Parafrasando: 225 Megabit non si spiega di averli, si prova a darli!
Marco Valerio Principato
Di
Pubblicato il: 13/03/2015
Commenti 3 commenti | Permalink

Tutti gli operatori strombazzano velocità 4G da capogiro. Se già da qualche prova empirica si vede che non sono vere, a conferma ci sono statistiche che lo provano.

Media

La classifica delle vere velocità 4G nel primo quadrimestre 2015.
La classifica delle vere velocità 4G nel primo quadrimestre 2015.
(Cliccare l'immagine per ingrandire)
Le vere velocità 4G medie dei nostri operatori nazionali.
Le vere velocità 4G medie dei nostri operatori nazionali.
(Cliccare l'immagine per ingrandire)

Articoli correlati:

Tutti gli operatori cellulari, in tutto il mondo – Italia compresa – si riempiono la bocca con il 4G/LTE. Qui “in casa” abbiamo TIM che si sbraccia con “La velocità non si spiega, si prova” e dice di dare 225 Mbps; abbiamo Vodafone che decanta il suo “4G Plus”, sempre a 225 Mbps; abbiamo Wind che illustra il proprio flusso “fino a 150 Mbps” e Tre Italia che si limita a un più modesto “fino a 100 Mega in download”. Nel resto del mondo è esattamente la stessa sinfonia: cambiano le lingue, ma non la sostanza.

Peccato che poi, all’atto pratico, le cose stiano molto diversamente, proprio come accadeva quattro anni fa quando Vodafone (e gli altri, non solo lei) sbandierava i 42 Mbps in 3,5G (cioè HSDPA+), del tutto irraggiungibili nel concreto.

A calmierare tutte queste ottimistiche dichiarazioni e questi altisonanti squilli di tromba ci ha pensato OpenSignal, azienda che si occupa proprio di diagnostica e analisi di rete: nel suo rapporto, riferito al primo quadrimestre 2015 (c’è anche in colonna a sinistra per chi legge da PC, oppure qui per chi legge da mobile) emergono numeri nettamente meno mastodontici e più realisti.

Più esattamente, l’Italia è al nono posto ed esibisce in media una velocità di 14,87 Megabit al secondo. Al primo posto – tiè, che figura – c’è la Spagna, che comunque non brilla rispetto alle dichiarazioni commerciali (18,25 Megabit). Ultima è l’Arabia Saudita, alla quale evidentemente non interessa gran che.

Se poi andiamo a vedere gli operatori nel singolo (sempre in colonna da PC oppure qui per chi legge da mobile), dal rapporto emerge che la più veloce è Vodafone (e su questo, pur nel male, non avevo dubbi) con 18 Megabit al secondo, seguìta da Tre e TIM a pari merito con 15 Megabit al secondo e a chiudere con Wind, che riesce a viaggiare a 10 Megabit al secondo.

Lo vedete? Una bolla di sapone o, come dice la saggezza popolare, molto fumo e poco arrosto, nonché, oserei dire, marketing di bassa lega. Per questo dicevo, sul mio blog, di non affannarsi a sottoscrivere piani dotati per forza di 4G, specie quando le due letterine vengono fatte pagare a parte: il vantaggio che se ne ottiene è impercettibile, ma i soldini in più li vogliono, eccome.

A meno che il vostro intendimento non sia quello di non poter assolutamente rinunciare al servizio Voce in HD: a quel punto, potete solo pagare e zitti. Perché vi hanno dato a intendere che esso possa funzionare solo con le stratosferiche velocità (immaginarie) del 4G e voi ci avete creduto. Usate Viber o meglio ancora BBM per parlare, e la vostra vocina in Audio HD la avrete anche senza 4G, anche senza essere clienti dello stesso operatore.

“Se non lo sai, sallo”, come direbbe Laurenti.

Marco Valerio Principato


Marco Valerio Principato (2072 articoli)

Informatico sin dal 1980, esperto di Internet ed elettronica e attivo in Rete dal 1999, ha curato articoli in diverse pubblicazioni specifiche tra cui Punto Informatico (direzione P. De Andreis) e CompuServe Magazine. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione, è responsabile di questo sito.


Abbiamo parlato di:
, , ,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)
  1. dennycrane ha detto:

    attenzione alle flat4g lte… DEI RESELLER
    Buongiorno, scrivo per fare massima chiarezza dopo aver avuto il dispiacere di attivare da azienda Native srl il famoso 4g flat. Tutti nel web hanno i stessi dubbi…funzionerà…ma è una flat vera…che velocità otterrò… Non amo scrivere negativamente ma in tal caso ho deciso di dare supporto per evitare che altri facciano la fine che ho fatto io. Premesso il prezzo di euro 25 mensili, mi hanno spedito una sim marcata WIND con tanto di identificativo seriale e dopo averla inserita nel mio modem 4g ed averla correttamente configurata mi sono trovato davanti uno speed test di 15mega in down e 9mega in up. Ho subito pensato, non è poi cosi male…anche se un primo dubbio l’ho avuto subito in quanto la barra segnale del modem mi dava 4tacche di segnale su 5disponibili il che significa quasi piena banda di 4g Lte. Dopo una settimana i 15mega in down e 9mega in up sono diventati 5mega in down e 5mega in up. A questo punto ho iniziato a dialogare con il responsabile della Mitica Native srl ed ho posto una serie di domande… ma avete dei guasti in corso sui vs apparati…. che problema avete… per ovvie ragioni connesse a questo abbassamento di performance. In sostanza apro una segnalazione al servizio tecnico WIND a causa di un ticket che la Native srl diceva di aver aperto presso Wind stesso. Mi vedo recapitare il giorno dopo una risposta del tipo…lei non puo aprire segnalazioni direttamente alla Wind “il suo è un comportamento scorretto” A questo punto ritento il test di connessione ed i nuovi risultati sono di 3mega in down e 2mega in up. Vi renderete conto che il tanto decantato 4g è stato letteralmente affondato…
    Richiamando il mitico referente della Native srl mi sento rispondere che ho ragione a lamentarmi e che avrei potuto, inviando la classica raccomandata recedere dal servizio sottoscritto. Assai offeso per la derisione ho risposto che se avevano bisogno di 100 euro per mandare avanti il carretto avrei potuto fornirle come beneficenza ma non funziona la presa in giro verso tutti i clienti, si potrebbe addirittura configurare una truffa. Ma andiamo al dunque, In sintesi cosa accade con questi finti venditori di 4g lte: le società e dico le perche sono tutti coinvolti sono definite RESELLER ovvero rivenditori per conto dei soliti 4IP (tim wind vodafone e 3) di banda 4g lte, per fare cio’ acquistano pacchetti in termini di grosse quantita di giga che poi devono distribuire con parsimonia… tra gli ignari acquirenti. Nel mio caso che ovviamente sarà comune a molti di voi… utilizzavo questo servizio per vedere anche la TV oltre che per lavorare e scaricare video; tanto per fare un esempio guardare la rai1 in HD significa avere uno scarico di dati pari a circa 1giga di traffico per un’ora di connessione-visione del canale. Quando i signorini della Native srl e vale anche per gli altri RESELLER si accorgono di tale consumo hanno il potere di iniziare a tarare i consumi per evitare una eccessiva erosione di giga (disponibili alla fonte) e come avrete ormai capito tarano il finale a 3mega in down e 2 in up per limitare al massimo i danni. Ovviamente la sfortuna del RESELLER in questo caso era la mia disponibilità di una sim marcata WIND personale che inserita nel modem dava performance un po piu realistiche ovvero 50mega in down e 35mega in up. Io spero di esservi stato di aiuto ma doverosa era la lungaggine per motivare il sistema…

  2. Lorenzo Cameroni ha detto:

    Sul suo sito ora Vodafone sembra dire che per avere Voice HD basti la copertura 3G…
    http://www.vodafone.it/portal/Privati/Vantaggi-Vodafone/4G-Vodafone/VoiceHD

    • E ci credo… un altro articolo qua, un altro sul mio blog personale e la figuraccia sarebbe stata galattica… Se nota sul mio blog (link nell’articolo), ho riprodotto la pubblicità originale Vodafone, dove l’impianto semiotico è inequivocabile: “Voice HD / 4G”.
      Scrivere a qualcosa serve…
      Saluti
      MVP




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.