Internet Explorer: la pensione è vicina

Chris Capossela, direttore marketing di Microsoft.
Chris Capossela, direttore marketing di Microsoft.
La Redazione
Di
Pubblicato il: 18/03/2015
Commenti Commenta | Permalink

Microsoft non intende (più) legare in alcun modo Internet Explorer al suo più recente pargolo, «Project Spartan». Il collocamento in quiescenza ormai c’è.

Microsoft deve averlo capito: Internet Explorer ha stancato. Così, alla conferenza Microsoft Convergence tenutasi lunedì scorso ad Atlanta (GA, USA), il capo del marketing Chris Capossela ha precisato che il nuovo progetto di browser Internet di Microsoft (ossia Project Spartan) non sarà associato in alcun modo al brand Internet Explorer.

Non sparirà del tutto, non subito, almeno. Su Windows 10 ci sarà per questioni di retrocompatibilità, ma… ai posti posteriori. Del resto Microsoft ha tentato per anni di “salvare” il brand Internet Explorer, sostanzialmente senza successo: la sua adozione è rimasta circoscritta all’utenza impreparata e alle installazioni granitiche, tipiche di certe consulenze.

Se qualche minimo passo in avanti concreto era stato fatto con la versione 6 del famoso/famigerato browser, ciò non toglie sia sempre stato classificato come uno dei peggiori prodotti tecnologici di tutti i tempi (vedi campagna di rottamazione di quella versione). Con gli anni le relase man mano uscite hanno risolto la maggior parte dei problemi, ma nonostante accurate “campagne” la casa di Redmond non è riuscita a salvarne la reputazione.

Oggi, poi, la concorrenza è spietata: tra Chrome di Google (veloce ma spione), Firefox di Mozilla (forse il migliore), Safari di Apple (non eccezionale ma ben integrato) e diversi altri, non c’è che da scegliere. Per questo lo scorso dicembre Dean Hachamovitch, manager di lungo corso del team di Internet Explorer, ha lasciato la nave.

Con quest’ultima dichiarazione riguardo la totale indipendenza tra Project Spartan e Internet Explorer, Microsoft non ha fatto altro che ammettere, ancora una volta, di aver fallito nel tutelare l’ “immagine” – se così si può definire – del suo browser “in dotazione” ai sistemi operativi.

Non resta che attendere il nome definitivo di Project Spartan. E, soprattutto, vedere come va.


La Redazione (3322 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Abbiamo parlato di:
, , ,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.