Windows 10 for Phones: qualche sguardo

Microsoft.
Microsoft.
La Redazione
Di
Pubblicato il: 14/04/2015
Commenti Commenta | Permalink

Per gli utenti del «Windows Insider program» è possibile toccare con mano il nuovo sistema operativo Microsoft in versione mobile, con parecchie novità.

Roma – Ogni promessa è debito: una settimana fa circa lo aveva promesso, ed ecco Microsoft iniziare il deployment nell’area degli utenti “Windows Insider” di Windows 10 for Phones, la versione di Windows 10 destinata ai device mobili.

La prima “sorpresa” è il browser: è Spartan, una prima bozza, ma è Spartan, dunque anche qui un taglio con il passato. Adesso sono supportati tutti i Lumia anche se alcuni altri smartphone, almeno per ora, sono “fuori”.

Mancano infatti all’appello il Lumia Icon, il 930 e il 640XL, pare per problemi di scalabilità. Microsoft lo ha spiegato in un post: «vedrete che la lista è rimasta sostanzialmente invariata, con un’eccezione, il Lumia Icon. Purtroppo c’è un problema di scalabilità su alcuni device (930, Icon e 640 XL) che rende l’interfaccia utente troppo piccola per essere usabile e abbiamo bisogno di aggiungere lavoro di programmazione per supportare le necessità di minor scalabilità su questi device».

Inoltre Windows 10 for Phones ancora non supporta smartphone “targati” Microsoft ma costruiti da OEM. In compenso porta con sé una vagonata di nuove funzioni e caratteristiche, tra cui Spartan, che usa il nuovo motore di rendering e promette piena interoperabilità con il Web mobile più recente.

Dentro ci sono anche le ultime versioni di Reading View e Reading List, ma Spartan per prudenza ancora non è il browser predefinito (dentro c’è ancora IE11): è ancora troppo “acerbo” per essere considerato definitivo.

Vi si trovano poi Outlook Mail e Calendar, che sono le nuove applicazioni predefinite di posta e calendario Microsoft in Windows 10. Queste nuove applicazioni vogliono fornire un’interfaccia utente ristudiata e razionalizzata, con la libertà di commutare tra l’una e l’altra senza passare per lo Start Screen.

In Outlook Mail ci sono diverse novità, come l’introduzione di gesti swipe specifici e una nuova esperienza di composizione del testo, con l’aiuto delle ben note funzionalità di Word: vi si possono inserire tabelle, immagini e impiegare formattazione del testo come punti elenco e molte delle altre funzioni tipiche del word processing. All’interno di Outlook Mail e Calendar è possibile gestire anche le utenze, senza uscirne: la relativa pagina di impostazione è stata rimossa dalle impostazioni generali.

Le nuove App di telefonia e messaggistica sono ridisegnate, così come la nuova App People. «Continuerà a essere la lista completa di tutti i vostri contatti in tutti i servizi di cui fate impiego come Exchange, Outlook.com, Gmail, Facebook, e via discorrendo», dichiara l’azienda.

Microsoft ha anche incluso la prima preview della nuova App Maps. «Vi sono le migliori mappe, le viste aeree, la ricerca locale e la navigazione guidata a voce ora in grado di offrire un’esperienza nuova sia da Bing, sia da HERE, tutto integrato per la prima volta in un’unica App per Windows», scrive la casa di Redmond. È stato anche aggiornato l’App Switcher.

La casa precisa che esistono ancora diversi problemi noti. In circa l’uno per cento dei casi una chiamata in arrivo potrebbe non far squillare lo smartphone, il caricamento automatico del proprio “rullino” di foto su OneDrive potrebbe non avvenire, tutte le interazioni Bluetooth con Cortana potrebbero non funzionare, ed alcune altre.

Di certo non si può dire che l’azienda non abbia però messo in condizione di dare un’occhiata molto da vicino a quell’obiettivo di convergenza che insegue, ossia fornire un unico ambiente operativo sia fisso che mobile.

Alla prossima anticipazione, dunque.


La Redazione (3322 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.