Oops, dimenticavo/ 21 marzo 2011

The New Blog Times
La Redazione
Di
Pubblicato il: 21/03/2011
Commenti Commenta | Permalink

Rubriche – Rivoluzione dirigenti Telecom, AGCOM ancora in occhio ciclone, iPhone in disaccordo con l’ora legale, IBM per un e-commerce redditizio, pronta OpenSuSE 11.04, nuovi SSD da Seagate a MTBF elevatissimo, il TLD sun.com scomparirà dal 1 giugno 2011, singolare dichiarazione di Assange, Apps iOS lente se lanciate dall’Home Screen, Wind e Vimpelcom si uniscono, Stallman contro il Grande Fratello Smartphone

Roma – Siamo alla penultima settimana di marzo: ormai l’inverno stiamo per lasciarcelo alle spalle. L’attività però ferve ugualmente e come sempre ne abbiamo preso nota.

Con l’occasione tranquillizziamo un paio di lettori che, via email, si preoccupavano sulle sorti future di questo sito, nel timore che potessero seguire quelle del New York Times, diventando anch’esso a pagamento: no, non c’è alcuna intenzione di farlo. Non siamo così “grandi” da potercelo permettere…

Come sempre, se c’è qualcuno disposto a darci una mano, ben venga: basta scrivere alla Redazione. Potete farlo anche semplicemente per segnalare notizie che voi ritenete importanti.

Oops 1 – Telecom Italia: Bernabé diventa presidente, Luca Luciani e Marco Patuano capi area. Non tutto va benissimo, Luciani è nel registro degli indagati per le vecchie questioni di SIM intestate a nomi falsi.

Oops 2 – Non è brillante la situazione di AGCOM nei confronti della questione copyright: secondo associazioni consumatori e di categoria l’Authority avrebbe troppi e malconci poteri a discapito del consumatore che, invece, avrebbe fin troppo poco spazio e garanzie.

Oops 3 – iPhone nuovo, problema vecchio: per alcuni, l’orologio non si è aggiornato correttamente con l’ora legale. Vari trucchi e trucchetti ma manca ancora una soluzione vera.

Oops 4 – IBM ha intenzione di migliorare l’e-commerce in generale: con Smarter Commerce vuol far sì che esso diventi un vero strumento di profitto e di diffusione di mercato.

Oops 5 – Chi ama la distribuzione Linux SuSE gradirà sapere che la versione 11.04 ha nuovi desktop, ha migliorato la gestione dei pacchetti e ci sono già dentro Firefox 4 e LibreOffice. Si può sia scaricare che comprare sotto forma di pacchetto.

Oops 6 – Paura delle failure con i dischi Flash? Nessun problema: con i nuovi SSD Pulsar.2 e Pulsar.XT2 di Seagate, 2.000.000 di ore di funzionamento assicurate dalla casa (il famoso MTBF).

Oops 7 – Ormai il TLD sun.com non serve più: Oracle lo sta dismettendo e scomparirà dalla Rete a partire dal 1 giugno 2011, anche se è uno dei più “antichi” domini del mondo (registrato il 19 marzo 1986).

Oops 8 – Secondo Assange, fondatore Wikileaks, Internet non è affatto quello che vogliono far credere, anzi, rappresenterebbe un ostacolo alla libertà per le estese possibilità grandifratellecce che offre. Affermazione alquanto singolare, ma sicuramente degna di riflessione.

Oops 9 – Parrebbe che le applicazioni iOS lanciate dall’Home Screen siano meno performanti rispetto a quando le si lancia dal browser mobile. Apple conferma, ma non spiega. E il dubbio resta.

Oops 10 – Nozze confermate per Wind e Vimpelcom. Per la terza volta in 13 anni l’operatore cambia scenario. A cose fatte (metà anno) diventerà il sesto operatore del mondo.

Oops 11 – Il barbuto Stallman addita gli smartphone di oggi come nuove sedi del Grande Fratello. E ricorda che esiste una delle prime versioni di Android, chiamata Replicant, senza nulla di “proprietario”.

Per le altre notizie, come sempre, vi rimandiamo alla Home Page ricordando che, oltre a tener d’occhio gli eventuali altri articoli pubblicati in giornata, chi desidera può seguire l’invio degli ultimi post in tempo reale, utilizzando i flussi RSS per HomeCommentiUltimissime Flash.

COMMENTI (FACEBOOK)

La Redazione (3322 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.

*