Oops, dimenticavo/ 14 febbraio 2011

The New Blog Times
La Redazione
Di
Pubblicato il: 14/02/2011
Commenti Commenta | Permalink

Rubriche – Nuovo satellite spia in aria dagli USA, PSP dovrebbe esserci mente Gnews USA spara una novità, banda larga in provincia di Trento, Anonymous risponde e spara in Rete, Facebook cambia casa, Flash 10.2 ha tante novità ma dà un calcio al Power PC, partita (opzionale) la doppia autenticazione di Google, Opera Mini atterra su iPad

Roma – E anche la scorsa settimana il taccuino, instancabile come sempre, ha lavorato sodo: nel tempo, vista l’iniziativa di apertura della collaborazione con possibilità di un ritorno economico, speriamo di averne bisogno sempre meno.

Per ora, però, ancora di appunti siamo costretti a prenderne: li abbiamo raccolti, esaminati e qui di seguito vi proponiamo quelle cosine che, a nostro avviso, non devono mancare, almeno ad averne un minimo di contezza.

Come sempre, se c’è qualcuno disposto a darci una mano, ben venga: basta scrivere alla Redazione. Potete farlo anche semplicemente per segnalare notizie che voi ritenete importanti.


Oops 1 – C’è un nuovo “satellite-spia” nell’aria: lo ha lanciato col vettore Minotaur INROL-66 la statunitense National Reconnaissance Office (NRO) al fine di… spiare, ufficialmente, s’intende. Tutti soddisfatti ma, neanche a dirlo, nessun dettaglio a proposito… dell’hardware.

Il pulsante dinamico per l'aggiunta automatica delle notizie da seguire (click per ingrandire)

Il pulsante dinamico per l'aggiunta automatica delle notizie da seguire (click per ingrandire)

Oops 2 – Il PlayStation Phone dovrebbe essere stato presentato il 13 febbraio, ieri. Poche notizie circolano al riguardo, nel frattempo si può notare che Google News USA ha introdotto la possibilità di personalizzare ulteriormente le sue sezioni, inserendo automaticamente le parole cercate tra quelle personali (v. figura a destra).

Oops 3 – Le montagne di Trento pare abbiano la prospettiva della banda larga: con investimenti non piccoli, ma entro il 2012 il Trentino dovrebbe vedersi molto più rifornito di fibra ottica.

Oops 4 – Anonymous alla riscossa: nessuna paura per gli arresti in UK e i mandati di perquisizione in USA, il gruppo spara a raffica in Rete e arriva anche in Italia. Lo racconta Claudio Tamburrino su Punto Informatico, con gran… divertimento.

Oops 5 – YouTube e Facebook erano da anni sgraditi in Siria: erano censurati. Ora però con il gran cas… disordine accaduto in Egitto, s’è messa in moto una macchina sbloccante: come per magia, voilà, sono di nuovo online, perfettamente raggiungibili.

Oops 6 – Facebook trasloca: lascia la sede di Menlo Park e si sposta nell’ex-campus della Sun, ormai di Oracle. Ci vuole più spazio, altrimenti non possono assumere altro personale. La nuova sede è grande, è più adatta: si sposteranno questa estate.

Oops 7 – Con Flash 10.2, la nuova versione, ci si assicura un supporto 34 volte più veloce, si visualizza anche il Full-HD con meno consumo di risorse e tante altre cosine. In cambio, chi ha un Mac basato su Power PC resta a bocca asciutta.

Oops 8Sembra che il Ministro Brunetta voglia dare ascolto ai promotori di Agenda Digitale. Che sia un (minimo) segno d’apertura?

Oops 9 – Alla sicurezza Google ci pensa: per questo ha lanciato un’ulteriore possibilità di autenticazione delle proprie utenze. Ma è opzionale: e richiedendo del tempo per stabilizzarsi nel funzionamento, secondo alcuni non verrà usata gran che.

Oops 10 – Al MWC di Barcellona Opera Mini presenta la versione speciale per iPad, dove la casa intende fare le cose alla grande per affiancarsi (e possibilmente intralciare) il detentore del trono, Safari.

Per le altre notizie, come sempre, vi rimandiamo alla Home Page ricordando che, oltre a tener d’occhio gli eventuali altri articoli pubblicati in giornata, chi desidera può seguire l’invio degli ultimi post in tempo reale, utilizzando i flussi RSS per HomeCommentiUltimissime Flash.

COMMENTI (FACEBOOK)

La Redazione (3322 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.

*