Patch Tuesday: 17 bollettini, 64 cerotti da Microsoft

The New Blog Times
La Redazione
Di
Pubblicato il: 12/04/2011
Commenti Commenta | Permalink

Sono in arrivo le abituali ondate di aggiornamento del martedì: stavolta il numero di correzioni è abbastanza elevato e importante. Il flusso dovrebbe aprirsi in serata, si prepari anche chi usa WSUS

Roma – Oggi è patch tuesday, l’abituale appuntamento di microsoft con le pezze e i cerotti da applicare ai propri sistemi. E per oggi ve ne sono in programma parecchi: 17 bollettini con cui si correggono ben 64 vulnerabilità diverse.

Si spazia da Microsoft Windows a Office, da Internet Explorer a Visual Studio, al framework .NET e a GDI+. A proposito di IE, sembra che in Francia abbiano individuato una ferita piuttosto grave, per fortuna non ancora in uso.

Da Redmond, secondo le note abitualmente rilasciate, 9 dei bollettini sono classificati “critici”, che è il più alto livello di pericolosità con cui la casa indica la presenza di problemi.

I “rubinetti” dovrebbero aprirsi alle 13:00 orario USA Eastern Time, dunque in serata. L’invio delle correzioni comprenderà anche un aggiornamento a un paio di ferite di IE già note, tra cui quella relativa all’esplorazione di risorse SMB.

Non è noto se con quest’ondata di correzioni verrà anche incerottato il problema riscontrato in occasione della vincita del contest CanSecWest Pwn2Own.

In ogni caso, in mattinata chi ha predisposto limitazioni alle connessioni farà bene ad “aprire”. Altrettanto dicasi per tutte quelle realtà in cui sono in funzione server WSUS (ossia i server di aggiornamento interni per realtà enterprise e istituzionali), sui quali occorrerà lasciar giungere l’ondata di aggiornamenti per la successiva distribuzione interna.

Si ricordi anche che in quest’ondata di aggiornamenti sono coinvolte tutte le versioni di Windows, incluso Windows 7.


La Redazione (3321 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.

*