Un tubo al neon? Non più: tra poco sarà un «tubo a LED»

La Redazione
Di
Pubblicato il: 17/02/2009
Commenti 4 commenti | Permalink

Per ora è una costosa prima serie, ma presto diverrà più economica: dal Giappone, tubi al neon, anzi, a LED. Da sostituire senza modifiche all’impianto

Roma – Toshin Electric Co. LTD, produttore giapponese di elettronica, ha rilasciato i dettagli della “Bikei”, un nuovo apparecchio di illuminazione dalla foggia di un normale tubo fluorescente al neon da 40 Watt ma i cui elementi attivi sono invece dei LED.

Si tratta di un tubo costruito in modo da poter essere sic e simpliciter sostituito ad un normale tubo al neon, senza ambiare nulla, reattori e starter compresi.

I nuovi tubi a LED di Toushin (Click per ingrandire)

I nuovi tubi a LED di Toushin (Click per ingrandire)

Parte del tubo (vedi figura) porta un radiatore lamellare, inserito per meglio dissipare il calore prodotto e l’azienda ha ottimizzato lo strato su cui sono alloggiati i LED per allargare il fascio luminoso. La luminanza ottenuta è di 370 Lux (nel modello con tubo esterno trasparente) ad 1 metro dalla lampada. Equivalente, secondo l’azienda, a quella di un normale tubo da 40 Watt.

I nuovi tubi a LED di Toushin - dettaglio luce (Click per ingrandire)

I nuovi tubi a LED di Toushin - dettaglio luce (Click per ingrandire)

Vi sono un totale di 120 LED blu, costruiti in Giappone. La luce bianca viene ricavata combinando moduli costruiti con tre LED di base blu, in unione a strati di materiale fluorescente rosso e verde. Il risultato è un colore intermedio, molto simile a quello dei tubi al neon reali a luce calda.

I consumi oscillano tra 20 e 24 Watt, a seconda del circuito di alimentazione (elettronico o a starter tradizionale) che viene impiegato.  La vita prevista è di 40mila ore, circa cinque volte quella dei normali tubi al neon.

La copertura è in policarbonato, disponibile in bianco traslucido o trasparente e il peso complessivo è di 500 grammi. Quanto al prezzo, come tutte le novità assolute, al momento è ancora elevato: circa 306 dollari, ma l’azienda spera, già con la vendita dei primi 50mila esemplari che prevede di piazzare, di praticare prezzi più contenuti.

(Fonte: Tech-On)


  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Pinterest
  • Pubblica su MySpace
  • Invia su Segnalo
  • Invia a Diggita
  • Segnalibro su Google
  • Pubblica su Blogger
  • Condividi su Google Reader
  • Condividi su Google+

Argomenti trattati:
, , , , ,

Sezione in lettura: Energia

« »

Commenti
  1. Richard scrive:

    We do LED tube light,G24/E27 plug-in LED light,flexible LED strips…

  2. edi schiozzi scrive:

    Ciao a tutti, colgo l’occasione per anticiparvi una notizia che, spero, possa far piacere conoscere e che sicuramente interesserà tutto mondo che s’illumina. E’ stata da pochissimo ingegnerizzata e brevettata (da ricercatori italiani gruppo con il quale collaboriamo) una “semplice lampada” a tecnologia LED che può sostituire le lampade agli ioduri metallici (stessa capacità illuminantee stesso attacco da:150w; 250w; 400w) particolarmente indicate nell’illuminazione pubblica ed industriale. Hanno una durata di vita di oltre 100000 ore ed il risparmio energetico che ne deriva è superiore al 50%. Provate ad immaginare, se utilizzate nelle nostre città, quanto risparmio energetico potremmo ottenere e quanti miliardi di miliardi di tonellate di CO2 in meno potrebbero essere immessi nell’atmosfera e quante centrali atomiche, a carcone, ecc. non serebbero più necessario costruire. Quale tangibile contributo si potrebbe donare a questa nostra inquinata terra nella quale viviamo. Il tutto, per l’importanza dell’innovazione, a costi irrisori anzi, alfine “nulli”…..e credetemi questo non è uno scherzo (siamo ancora lontani da 1° aprile). Chi fosse interessato a saperne di più mi contatti pure liberamente, cercherò di rispondere a tutti (spero).
    Un “luminoso” saluto a tutti.
    Edi

  3. Domenico scrive:

    Salve,
    noi il tubo a led, lo facciamo già da un anno. Abbiamo anche fatto 4000 mq di parcheggio a led.
    Maggiori dettagli nel nostro sito http://www.impianti-solari.org

  4. Matteo scrive:

    Salve a tutti,

    questa soluzione è ottima ma navigando su internet ho trovato questo sito :

    http://www.domoled.com

    hanno praticamente un sistema simile che va direttamente con il reattore elettromeccanico ed è Made in Italy…

    hanno anche altre soluzioni che a mio parere ha nu costa accettabile visto che il consumo è davvero cosi basso..
    fateci un salto non è male ed il sito è molto semplice da capire diaciamo che è studiato bene sia x i privati che per l’industriale


I commenti sono chiusi (articolo datato o decisione redazionale).
I ping sono chiusi (articolo datato o decisione redazionale).