BitTorrent Sync, la sincronizzazione torrentizia

La Redazione
Di
Pubblicato il: 28/01/2013
Commenti 1 commento | Permalink

Dalle cucine di BitTorrent stanno iniziando le prove per un software di sincronizzazione tra coppie di cartelle tramite la rete Peer To Peer. Con quale sicurezza, non è ancora noto.

Media

BitTorrent Sync al lavoro.
BitTorrent Sync al lavoro.
(Cliccare l'immagine per ingrandire)
BitTorrent Sync che chiede la chiave condivisa.
BitTorrent Sync che chiede la chiave condivisa.
(Cliccare l'immagine per ingrandire)

Roma - È uno dei molteplici esperimenti che stanno svolgendo nel laboratorio di BitTorrent: un sistema di sincronizzazione di cartelle a distanza, chiamato Sync, che permette di tenerne allineati i contenuti sfruttando l’immensa rete in Peer To Peer mondiale del torrente più famoso del mondo.

Ancora niente di definitivo: si tratta di una versione pre-Alpha (poco più che un abbozzo, dunque), però già inserita in quella che i ragazzi di BitTorrent chiamano la loro “cucina” degli esperimenti.

Nel post sul blog in cui è stato annunciato, Sync al momento non è corredato ancora di troppi dettagli. Descritto come sistema per “gestire file personali su diversi computer”, è però accompagnato da chiari avvisi sotto forma di se: “se avete voglia di costruire qualcosa di malato, se vi sentite a vostro agio nell’usare software non maturo, incompleto e ai primi vagiti, se avete intenzione di aiutarci nell’immaginare un migliore sistema di sincronizzazione, in tal caso vogliamo sentirvi”.

Occorre riempire un formulario, ad oggi, per entrare a far prove. Bisogna attendere una risposta, dopo la quale si potrà impiegare il sistema. Il formulario “vuole sapere” con quanti computer si pensa di usare il sistema, con quali sistemi operativi e in quale paese si vive, tra le varie domande.

Secondo quanto riferisce TorrentFreak, blog sempre attento alle tematiche del Peer To Peer, il sistema è facile da usare e in sé non sarebbe un’assoluta novità in quanto già usato da strutture di progettazione e programmazione dietro a realtà come Twitter e Facebook.

Poiché Sync – a quanto si legge – è un sistema disponibile per Windows, Mac OSX e Linux, nonché in forme tali da poter lavorare anche su un NAS (mediante opportuna interfaccia Web), una delle principali perplessità al momento non confortata da alcun dato è la privacy: non è noto, per esempio, quanto un utilizzatore possa sentirsi al sicuro da sguardi indiscreti mentre i suoi dati viaggiano su questo sistema, anche se le immagini pubblicate da TorrentFreak lasciano intravedere l’esistenza, almeno, di uno shared secret, una sorta di password che deve, evidentemente, essere nota ai due estremi in fase di sincronizzazione.

In ogni modo, chi vuol provare non deve far altro che registrarsi. E attendere.


  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Pinterest
  • Pubblica su MySpace
  • Invia su Segnalo
  • Invia a Diggita
  • Segnalibro su Google
  • Pubblica su Blogger
  • Condividi su Google Reader
  • Condividi su Google+

Argomenti trattati:
, , ,

Sezione in lettura: Internet

« »

Commenti
  1. [...] mesi fa, a gennaio 2013, sul New Blog Times davamo notizia dei “lavori in corso” su BitTorrent Sync, il nuovo sistema di BitTorrent che, [...]


I commenti sono chiusi (articolo datato o decisione redazionale).
I ping sono chiusi (articolo datato o decisione redazionale).