Anche Twitter «lucida» la Home Page. Sul Web

La nuova Home Page di Twitter sul Web.
La nuova Home Page di Twitter sul Web.
La Redazione
Di
Pubblicato il: 17/04/2015
Commenti Commenta | Permalink

Quella pagina iniziale di Twitter su cui non si vede null’altro che la richiesta di registrazione o autenticazione a molti non piace. Twitter ha pronta la nuova.

Roma – Dopo Bing, che ha «lucidato» la sua interfaccia mobile, è la volta di Twitter, che però la pulizia e la rivisitazione l’ha fatta sostanzialmente sul Web: la Home Page è in corso di ristrutturazione.

Con ogni probabilità l’idea è di sollevare un po’ la propria quotazione, rastrellando qualche utente in più. «Oggi abbiamo approntato un cambiamento per i milioni di persone che ogni mese visitano il sito, non si autenticano ma vorrebbero sapere cosa accade», ha scritto l’uccellino più famoso del mondo sul suo blog.

Quando si arriva sulla sua Home Page, Twitter non mostra nulla: chiede, piuttosto, di autenticarsi o registrarsi e per vedere qualcosa c’è da andare sul motore di ricerca (search.twitter.com) oppure sulla pagina specifica di qualcuno, superando la richiesta di autenticazione/registrazione.

Ora invece l’idea è quella di vedere due colonne di foto, etichettate con le categorie di appartenenza come ad esempio politica, artisti, business eccetera. Cliccando una categoria si va direttamente sul feed dei tweet di quell’argomento, creato con i tweet delle utenze.

I tweet scelti per comparire in Home Page sono tratti dagli account più noti, spiega Twitter. Se poi si va nelle pagine dedicate delle categorie, lì vi si ritrovano i campi per entrare e farsi riconoscere, oppure registrarsi.

Twitter, insomma, sta tentando di convincere Wall Street che il numero reale di utenti mensili che ha è molto superiore a quel che appare. E vorrebbe anche, se fosse possibile, aumentarne il numero totale.

A febbraio aveva detto di essere a quota 288 milioni di utenti attivi che impiegano realmente Twitter con costanza. Alcuni investitori speravano in qualche decina di migliaia in più.

Twitter, in definitiva, avrebbe bisogno di una maggiore interazione anche da parte di coloro che, pur essendone utenti, sono alquanto “passivi”. Novità come Periscope, uscito da poco, sono invece più volte a fidelizzare l’utenza mobile.

Si è inoltre dato da fare per agevolare l’incastonamento dei tweet in altri contenuti, ha creato liste specifiche di possibili “tweet correlati”, cercando di assumere di più il ruolo di fonte di notizie, ha persino in itinere un (nuovo: in passato già ne aveva uno) accordo con Google per presentare i tweet tra i risultati di ricerca.

Per il momento la nuova Home Page, che comunque non ha convinto alcuni osservatori, è online negli Stati Uniti e Twitter non ha specificato quando sarà estesa agli altri paesi, pur confermando che lo sarà.


La Redazione (3322 articoli)

Nucleo redazionale del sito dove, sotto la direzione di uno o entrambi i responsabili (Marco Valerio Principato e Dario Bonacina), vengono lavorati articoli scritti da altri collaboratori o da loro stessi.


Abbiamo parlato di:
, , ,

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.