Vodafone, opzione BlackBerry: un esempio di scarsa trasparenza

The New Blog Times
Marco Valerio Principato
Di
Pubblicato il: 18/12/2012
Commenti 2 commenti | Permalink

Attivare l’opzione BlackBerry su Vodafone non è sufficiente (infatti è stranamente gratuita): se non la si associa a un piano Internet, parte la tariffa base per la Rete, ossia quattro euro al giorno.

Roma – Coloro che avessero intenzione, sulla propria utenza Vodafone, di attivare l’opzione BlackBerry, leggano bene quel che segue: è – naturalmente – fattibile, ma non come sembra.

L’abilitazione al servizio BlackBerry comporta, eseguendo una ricerca, l’attivazione della relativa opzione, spiegata su questa pagina. In essa si dice: “Questa Opzione non attiva una tariffa promozionale, ma abilita il tuo BlackBerry all’utilizzo dei servizi mail e internet”.

Si pensa, dunque, che se non si intende usufruire di servizi che prevedono la connettività diretta (come ad esempio YouTube) non sia necessario fare altro. Colpisce, però, che tale opzione sia gratuita. Infatti, è vero che l’opzione abilita lo smartphone all’utilizzo dei servizi email ed Internet, ma con un piccolo dettaglio: appena si ottiene servizio e lo smartphone si collega, parte la tariffa base giornaliera Internet, al prezzo di ben 4 euro al giorno.

Ormai, la questione del servizio BlackBerry (e del relativo APN dedicato blackberry.net) è solo una formalità: Vodafone ne chiede l’attivazione solo per consentire l’accesso al servizio BlackBerry, ma in realtà quel che serve è un profilo Internet, visto che gli APN “normali”, dal 1 luglio 2012, sono considerati tutti equivalenti (nonostante in altre parti del sito si dica diversamente).

Ovviamente, essendo impossibile “parzializzare” la connessione (a meno di non impostare a OFF il traffico dati su rete cellulare), si rischia di pagare 4 euro ogni santo giorno. A quel punto, si realizza che occorre associarvi un profilo di connettività, che Vodafone chiama “promozione dati”.

Poi si scopre che i clienti con ricaricabile possono attivare solo la Mobile Internet settimanale, a ben 3 euro a settimana, con tetto da 250 MB, mentre i clienti in abbonamento (ma ne esistono ancora, con la tassa che ancora persiste?) la attivano mensile, a 10 euro al mese, con tetto da 1 GB.

Naturalmente, l’opzione attivata non funziona per il VoIP: per quello, Vodafone ha previsto la Mobile Internet Plus, che ha tetto mensile di 2 GB, permette il VoIP e costa 8,07 euro a settimana (decisamente incoraggiante).

In totale, dunque, si spendono 12 euro (con il mese di 4 settimane) al mese per la connettività, che fa rientrare nel tetto di 250 GB a settimana tutto il traffico svolto, compreso quello BlackBerry.

Ecco gli effetti dell’impiego della Deep Packet Inspection, che in sede ONU è stata ampiamente dibattuta: misurare tutto ciò che si offre, entrando nel vivo e nel dettaglio fino all’inverosimile.

Dunque, massima attenzione: attivare questa opzione non funziona come di solito si fa, ma comporta un passo aggiuntivo non esplicitato con grande chiarezza e che, se non fatto, provocherà una veloce erosione del credito residuo.

Marco Valerio Principato

Sull'autore:

Marco Valerio Principato (1864 articoli)

Informatico sin dal 1980, esperto di Internet ed elettronica e attivo in Rete dal 1999, ha curato articoli in diverse pubblicazioni specifiche tra cui Punto Informatico (direzione P. De Andreis) e CompuServe Magazine. Laureando in Scienze della Comunicazione, è responsabile di questo sito.



  • Consiglia su Facebook
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Pinterest
  • Pubblica su MySpace
  • Invia su Segnalo
  • Invia a Diggita
  • Segnalibro su Google
  • Pubblica su Blogger
  • Condividi su Google Reader
  • Condividi su Google+

Argomenti trattati:
, ,

Sezione in lettura: Evidenza

« »

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)
  1. La Redazione scrive:

    Grazie per la precisazione.
    Saluti

  2. Lorenzo Cameroni scrive:

    Una precisazione: nella pagina riportata http://www.areaprivati.vodafone.it/190/trilogy/jsp/programView.do?contentKeyP=14411&pageTypeId=9894&channelId=-1073874727&programId=1073754858&ty_skip_md=true&ty_key=pri_nuova_tariffa_internet_tem c’è scritto che gli APN sono considerati equivalenti solo con la “Tariffa base giornaliera Internet”. Purtroppo non sono considerati equivalenti dalle altre tariffe/offerte, ma ciò non è una contraddizione, anche se non è esplicitato chiaramente.

    Saluti

    Lorenzo