Broadcom accelera su dati e Voice Over LTE

La Redazione
Di
Pubblicato il: 13/02/2013
Commenti Commenta | Permalink

La tecnologia LTE vi sembra velocissima? Ricredetevi: con il nuovo chip di Broadcom le velocità saliranno, saliranno ancora. E ci sarà il Voice Over LTE. Quando? Il prossimo anno.

Media

Il nuovo chip Broadcom
Il nuovo chip Broadcom
(Cliccare l'immagine per ingrandire)

Roma – Si può anche pensare che le velocità dati oggi ottenibili dalle reti cellulari siano abbastanza elevate, ma Broadcom non è di questo avviso: sta per proporre qualcosa che le renderà molto, molto più veloci, sia per quanto attiene i dati che i servizi voce.

Secondo quanto si apprende da una nota stampa, Broadcom dichiara di essere riuscita a produrre industrialmente il più piccolo modem 4G LTE dedicato a smartphone e tablet, e lo ha battezzato BCM21892. Questo supporta velocità di download pari alla bellezza di 150 Mbps e velocità di upload pari a 50 Mbps.

Il nuovo modem-on-a-chip offre anche altri benefici: supporta il servizio Voice Over LTE (in analogia al VoIP, Voice Over IP), una tecnologia che offre la possibilità di chiamate voce con timbro vocale limpido e cristallino. Al contempo, fa risparmiare fino al 25 per cento sui consumi energetici, in confronto a quanto assorbono normalmente i chip dedicati a tale scopo.

Il nuovo circuito integrato è compatibile con le reti 4G ma anche con tutti gli standard precedenti, dal 3,5G al 3G e fino al 2G “base”. Può altresì gestire l’handover (il “passaggio di mano”, letteralmente) tra gli standard più vecchi e i più nuovi senza interrompere la conversazione.

Supporta altresì la c.d. carrier aggregation, ossia – letteralmente - l’aggregazione di portanti, che permette agli operatori di combinare tra loro diversi canali al fine di raggiungere, al momento del bisogno, velocità più elevate.

Sul mercato uscirà nel 2014, ossia il prossimo anno, ma nel frattempo gli operatori cellulari non avranno tempo per “riposare”: nella maggior parte dei paesi più tecnologici essi stanno praticamente ancora finendo di implementare (in Italia: stanno appena iniziando con) le tecnologie 4G.

Ci sarà della concorrenza, naturalmente: Qualcomm, per esempio, che sta già propalando da circa un anno i suoi nuovi chip capaci di utilizzare l’LTE avanzato. L’annuncio di Broadcom non è altro che la conferma di ulteriori progressi, che avvicinano l’utenza mobile a velocità decisamente elevate tali che, una volta diffusa la tecnologia LTE, surclasseranno anche le migliori e più veloci linee ADSL.

Resta a vedere se le dorsali degli operatori saranno in grado di reggere il carico. Ed “entro quando”, nonché a quali prezzi, naturalmente.


  • Consiglia su Facebook
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su LinkedIn
  • Condividi su FriendFeed
  • Condividi su Pinterest
  • Pubblica su MySpace
  • Invia su Segnalo
  • Invia a Diggita
  • Segnalibro su Google
  • Pubblica su Blogger
  • Condividi su Google Reader
  • Condividi su Google+

Argomenti trattati:
, , ,

Sezione in lettura: Telecomunicazioni

« »

Commenti (Facebook)
Commenti (locali)




Nota: La moderazione in uso potrebbe ritardare la pubblicazione del commento. Non è necessario reinviarlo.