Auto usate: cosa verificare durante la prova su strada

auto usate

L’acquisto di auto usate non ha mai abbassato i livelli di vendita perché molte persone prediligono questa formula. Preferiscono avere una vettura che abbia già macinato chilometri, ma che sia comunque in ottime condizioni, piuttosto che vedere tutti i suoi risparmi investiti in un auto nuova. Se ci pensiamo è un discorso sensato in quanto l’auto nuova richiede un notevole investimento di denaro.

Considerando il periodo tumultuoso in cui la stessa economia mondiale è traballante, a causa della pandemia da Covid-19, l’attuale conflitto Russia-Ucraina e le altre preoccupanti situazioni geopolitiche, la scelta di acquistare un auto usata appare ben ponderata. Prima di affidarci a questa formula, però, meglio fare una verifica su strada così da assicurarci il corretto funzionamento tecnico dell’auto.

E soprattutto scegliere delle vetture garantite da un rivenditore affidabile come le auto usate Fiat Pavan che da anni si occupa di vendere ai propri clienti un servizio sicuro su cui poter contare a occhi chiusi. Solo grazie a un’estrema professionalità saremo in grado di scegliere il modello che si adatta perfettamente alle nostre esigenze da guidatore.

 

Auto usate: le verifiche da effettuare

Quando avremo visto tutte le auto usate presenti nel parco vendita della concessionaria potremo procedere a fare una scelta sul modello che ci appare più appropriato. A questo dovranno seguire necessariamente i primi controlli preliminari. Queste verifiche riguardano lo stato esterno della carrozzeria e la situazione interna dei componenti e dei sedili.

Qualora ci fossero dei difetti che a nostro avviso possano andare ad abbassare ulteriormente il prezzo è bene segnalarli al rivenditore. Bisognerà poi provare l’auto su strada per capire se ci possano essere altri difetti che non sono stati comunicati. Un particolare rollìo, un rumore sordo del motore o delle disfunzioni tecniche saranno percepibili solo se guidiamo la vettura.

L’ultimo passaggio, altrettanto importante, è quello di controllare tutta la documentazione per far sì che una volta entrati in possesso dell’auto non si venga a scoprire di pagamenti mancanti riguardo i tagliandi, le revisioni o le altre pratiche amministrative. Verificare i corretti passaggi di proprietà e se il chilometraggio corrisponde alla effettiva esposizione. Un’altra cosa da non dimenticare prima di acquistare le auto usate è quella di vagliare diversi siti o concessionarie per capire quale possa essere il giusto prezzo di mercato.

 

Perché è importante non tralasciare le verifiche nelle auto usate

Se non siamo esperti riguardo la meccanica delle auto è meglio chiedere il supporto del nostro meccanico di fiducia così da avere il parere di un esperto. In pochi giri con l’auto su strada saprà identificare gli eventuali problemi, qualora ci fossero. E in questo modo potremmo lavorare sul prezzo e ottenere il giusto importo da pagare.

La situazione si fa più complicata con l’accesso alla documentazione e ai suoi regolari pagamenti. Il proprietario della vettura usata dovrebbe mettere a disposizione il pagamento dei certificati di revisione e i documenti relativi ai vari passaggi di proprietà (qualora ce ne fossero più di uno). In caso contrario andiamo all’azzardo.

Possiamo fidarci delle parole del proprietario o rivolgerci alla Motorizzazione Civile per vedere se si riesce a risalire ai vari pagamenti così da controllare se siano stati regolarizzati oppure no. Meglio non sottovalutare questo passaggio perché qualora ci fossero delle irregolarità queste ricadrebbero sul nuovo proprietario, ossia noi.

Per questi delicati controlli ci possiamo affidare anche a dei servizi esterni che si occupano di seguire tali formalità. Magari sarà proprio il rivenditore a consigliarci i servizi dedicati perché collaborano già con la concessionaria. La professionalità di un rivenditore esperto in materia trascende anche da questi piccoli dettagli perché ci assicurano un percorso di acquisto lineare e sicuro.

Articoli consigliati