Come aprire uno shop online di abbigliamento

Friends shopping shoes online

Il numero degli acquisti online è aumentato esponenzialmente negli ultimi anni e se si confrontano i numeri, si può ben capire come i negozi tradizionali siano in netta difficoltà rispetto a quelli presenti sul web. Se si vuole sfruttare il trend positivo delle vendite online e realizzare i propri sogni, si può decidere di aprire uno shop online. In questo articolo ti forniremo consigli utili per aprire un e-commerce di abbigliamento.

Avere le idee chiare

Prima di passare alla fase operativa di realizzazione dell’e-commerce di abbigliamento è opportuno fare chiarezza e decidere quale tipologia di negozio aprire. Ad esempio, se si vogliono vendere indumenti per bambini, sarà necessario contattare dei brand o dei fornitori che si occupano di questa tipologia di abbigliamento e costruire un e-commerce basato su questo target di mercato. Nel caso in cui vuoi vendere sul tuo e-commerce dei capi di abbigliamento confezionati da te, sarà necessario focalizzarsi sulla promozione, per acquisire immediatamente un buon numero di clienti. Dopo aver individuato il tipo di merce che vuoi proporre online, dovrai occuparti della grafica e della costruzione delle pagine, magari consultando una web agency.

Aprire un e-commerce

Aprire un negozio online non presenta particolari difficoltà, perché secondo la direttiva europea 2000/31/CE riguardante il commercio elettronico non vi sono specifiche autorizzazioni o adempimenti burocratici da eseguire prima dell’apertura. L’unico passaggio burocratico che bisogna fare consiste nel presentare una SCIA presso il comune di residenza e iscriversi al Registro delle imprese. Inizialmente non è necessario aprire una Partita Iva, ma se il volume di affari aumenta e si raggiungono i 5.000 € annui di fatturato, allora sarà comunque necessario regolarizzare la propria posizione fiscale.

Creazione dell’e-commerce

Per realizzare il negozio online e renderlo subito operativo, si possono scegliere due opzioni: affidarsi a una piattaforma specializzata nella creazione di e-commerce o costruire autonomamente il proprio shop online. Per creare in pochissimo tempo un negozio online completo di diversi menù, vetrina e delle principali funzioni (carrello, schede prodotto, pagina outlet, ecc.) si possono utilizzare i template forniti da alcune piattaforme web come Shopify, Aruba, Etsy, Amazon, ecc., ma non potrai modificarlo completamente e non è sicuramente la scelta più indicata se hai un numero elevato di visite e vendite giornaliere. Per creare ex novo il tuo e-commerce di abbigliamento, puoi invece rivolgerti a un programmatore e ad un grafico, che creeranno un negozio su misura per te.

Gestire l’e-commerce di abbigliamento

Completata la fase di creazione dell’e-commerce, per essere subito operativi e pronti a vendere i prodotti, bisogna caricare sul sito tutti i capi di abbigliamento, creando un catalogo suddiviso per sezioni o in base ad altri criteri di ricerca. Per gestire gli ordini e le consegne, dovrai organizzare la logistica del tuo e-commerce, così da evadere subito le richieste e avere sempre sotto controllo il numero di articoli in vendita, esauriti o da inserire per la prima volta online. Per aiutarti nella gestione dell’e-commerce è sempre opportuno acquistare un software gestionale, dove si potranno monitorare le spedizioni, le consegne, le commissioni, i costi per i fornitori, ecc.

Marketing online e offline

I primi mesi dopo aver aperto uno shop online di abbigliamento potrebbero sembrarti duri, perché le interazioni e le vendite non saranno sicuramente centinaia o migliaia, ma con la tenacia e alcune strategie di marketing si possono raggiungere risultati davvero soddisfacenti. La pubblicità del tuo e-commerce deve essere fatta su tutti i mezzi di comunicazione, sia digitali (social network, banner, blog, ecc.) che tradizionali (locandine, dépliant, poster) e potrai subito monitorare un incremento di vendite e di interazioni sulle pagine.

You may also like