Rimedi naturali per pulire il forno

Croissant Oven Baking

Ecco 3 rimedi per pulire il forno in modo naturale senza usare detersivi commerciali che possono sprigionare sostanze dannose per sé e per l’ambiente.

Solitamente per pulire il forno da unto, sporcizia e incrostazioni si utilizzano prodotti aggressivi che contengono agenti dannosi per l’organismo e per l’ambiente. Esistono però dei metodi naturali di solito già presenti in dispensa che consentono di ottenere lo stesso risultato con poco sforzo. Stiamo parlando dei classici rimedi di una volta, quelli usati dalle nostre nonne quando in casa c’erano solamente prodotti semplici e naturali.

È bene sottolineare che il forno andrebbe pulito dopo ogni utilizzo per non dover agire in extremis, quando ormai lo sporco è incrostato e difficile da rimuovere. Ecco qualche consiglio utile per pulire il forno in modo naturale e senza fatica, eliminando anche le macchie più difficili come quelle di grasso e olio bruciato.

  • 1. Quali prodotti usare per pulire il forno in modo naturale
  • 2. Come pulire il forno con il bicarbonato
  • 3. Come pulire il forno con il limone
  • 4. Come pulire il forno con l’aceto

Quali prodotti usare per pulire il forno in modo naturale

Quando si tratta di pulire il forno in modo naturale, senza prodotti chimici, i nostri alleati sono bicarbonato, aceto, limone e sale grosso, che possono essere utilizzati sia sul forno a gas che su quello elettrico e persino sul microonde. Questi prodotti hanno proprietà sgrassanti ma anche disincrostanti e sono in grado di neutralizzare i cattivi odori.

Come pulire il forno con il bicarbonato

Per pulire il forno uno degli strumenti migliori è il bicarbonato di sodio, capace di scrostare e dissolvere il grasso, pur essendo molto economico. Per prima cosa occorre mescolarlo in parti uguali con il sale grosso, poi si aggiunge acqua (o aceto di vino) quanto basta per creare una pastella densa da stendere all’interno del forno con un panno in microfibra (si sconsiglia l’uso di raschietti o spugne in acciaio che possono graffiare le superfici). La pastella va lasciata in posa per circa un’ora e poi rimossa con un panno pulito, spruzzando eventualmente un po’ d’aceto laddove il bicarbonato risultasse troppo duro.

Se il vetro del forno non è ancora perfettamente pulito, il modo migliore per farlo tornare brillante è utilizzare una soluzione composta da bicarbonato e detersivo per piatti ecologici da lasciare agire per mezz’ora.

Come pulire il forno con il limone

Un altro immancabile alleato per mantenere il forno pulito è il limone, un detergente delicato che lascia un buon profumo. Il trucco sta nel riempire una teglia con i bordi alti con il succo di tre limoni grandi e un dito d’acqua: basterà trasferirla nel forno riscaldato a 180°C e lasciar agire la soluzione per 30 minuti, in modo che il vapore sgrassante possa aderire completamente alle pareti interne e ammorbidire lo sporco incrostato.

Come pulire il forno con l’aceto

Infine, tra i più comuni rimedi naturali utilizzati per pulire il forno c’è anche l’aceto, ottimo nell’eliminare le macchie e i cattivi odori ma anche nel ridurre i batteri presenti all’interno dell’elettrodomestico. In questo caso è sufficiente portare a ebollizione un bicchiere di aceto diluito in due bicchieri d’acqua e trasferire il tegame nel forno preriscaldato a 150°C.

I vapori scioglieranno lo sporco che così, trascorsi 15 minuti, verrà via facilmente: basterà solo togliere i residui con un panno bagnato e sciacquare bene. Et voilà, in poco tempo e senza l’uso di prodotti chimici dannosi per la salute il forno sarà pulito, igienizzato ed emanerà un buon odore di pulito.

.

Articoli consigliati